Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Lunedì 19 Febbraio 2018

i più apprezzati

  • Lupini

    IL CONSIGLIERE COMUNALE PAVILIO LUPINI INTERVIENE IN MERITO ALL'ASSOLUZIONE DELL'EX SINDACO ORFEO GORACCI E DELLA SUA GIUNTA DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI

    Dal blog di Gubbio Libera

    PIAN D'ASSINO SENZA PIETA': UN ALTRO MORTO

    Dal blog di Live Gubbio

    ANCORA UN INCIDENTE SULLA VARIANTE

    Dal blog di Ubaldo Emanuele Scavizzi
  • Live Gubbio

    DANNO ERARIALE: ASSOLTI GORACCI & C. CHI PAGA?

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    Tanto per smentire il luogo comune della buona gestione amministrativa locale del centrosinistra: il Caso Terni

    Dal blog di Fabio Graziani

    ANGELO PERUZZI VENERDI' AL LICEO "MAZZATINTI"

    Dal blog di Live Gubbio

    ALLARME A TORRE: LADRI NELLA STESSA CASA IN DUE MESI

    Dal blog di Live Gubbio
$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2013-10-02 alle 11:29:15

Tags: sequestro, beni, ditta, mobili, arredamento, guardia, finanza, gubbio

Sequestrati beni per 1.5 milioni di euro a una ditta di mobili da arredamento

Guardia di Finanza

Cronaca

Sono trascorsi appena due mesi da quando la Tenenza di Gubbio a conclusione di una verifica fiscale nei confronti di una società operante nel settore del commercio al dettaglio di mobili da arredamento accertava ricavi non dichiarati al Fisco per 4 milioni di euro, IVA dovuta per 430.000 euro ed una maggiore base imponibile IRAP di circa 4 milioni di Euro.

Sotto il profilo penale nell’occasione vennero segnalate ipotesi di reato all’Autorità Giudiziaria per violazione degli articoli 3 del D.lvo 74/2000 “ Dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici” e 4 del medesimo decreto “Dichiarazione Infedele”.

Ora, in esito ai conseguenti approfondimenti investigativi a carattere patrimoniale i finanzieri di Gubbio hanno richiesto ed ottenuto dalla Procura della Repubblica di Perugia il sequestro preventivo per equivalente, finalizzato alla confisca di beni mobili ed immobili riconducibili alla società verificata ed al rappresentante legale, secondo i dettami della legge finanziaria del 2008, che prevede l’aggressione dei beni dell’evasore fino alla concorrenza delle imposte non versate, per un valore pari a 1.558.110 euro.

Le misure cautelari reali così eseguite hanno interessato disponibilità liquide depositate su 1 libretto di deposito bancario nominativo, 7 conti correnti e di deposito, 1 carta prepagata, 1 cassetta di sicurezza, quote societarie di una s.r.l. e 7 unità immobiliari ubicate in Umbria e nelle Marche.

Al riguardo il Comandante Provinciale di Perugia Colonnello Tuzi ha tenuto a precisare che è la prima volta in Umbria che su input dell’Autorità Giudiziaria viene data esecuzione a un provvedimento di sequestro preventivo nella forma per equivalente finalizzato alla confisca di beni mobili ed immobili appartenenti ad una società avendo sinora i sequestri riguardato solo ed esclusivamente i beni riconducibili all’imprenditore o al rappresentate legale quali persone fisiche.

Quindi un ulteriore traguardo che evidenzia come la brillante operazione odierna sia l’esempio più significativo dell’attività di polizia economica e finanziaria svolta dalla Guardia di Finanza che, anche grazie alla perfetta sinergia con l’Autorità Giudiziaria, sfrutta tutti gli strumenti normativi messi in campo dal legislatore per combattere il pericoloso fenomeno dell’evasione fiscale.

Commenta l'articoloSCRIVI

  • Uno Qualunque 2013-10-02 alle 13:11:46

    Solo così si possono risolvere i problemi del paese , non con le filette di pane,bravi.

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it