Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Domenica 21 Gennaio 2018

i più apprezzati

  • Lupini

    IL CONSIGLIERE COMUNALE PAVILIO LUPINI INTERVIENE IN MERITO ALL'ASSOLUZIONE DELL'EX SINDACO ORFEO GORACCI E DELLA SUA GIUNTA DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI

    Dal blog di Gubbio Libera

    MADONNA DEL PONTE, CHIESA IN MEZZO AL GUADO

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    PROTESTA RIENTRATA DOPO INCONTRO CON IL COMUNE

    Dal blog di Live Gubbio
  • PIAN D'ASSINO SENZA PIETA': UN ALTRO MORTO

    Dal blog di Live Gubbio

    ANCORA UN INCIDENTE SULLA VARIANTE

    Dal blog di Ubaldo Emanuele Scavizzi
    Live Gubbio

    DANNO ERARIALE: ASSOLTI GORACCI & C. CHI PAGA?

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    VIA DELLA REPUBBLICA, PROTESTA IN ARRIVO

    Dal blog di Live Gubbio
$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2014-03-28 alle 14:27:16

Tags:

Unesco: Nola, Sassari e Palmi accolgono la richiesta di Gubbio

Ceri

Attualita

Le comunità di Sassari, Nola e Palmi, a seguito della richiesta inviata dalla città di Gubbio al fine di rientrare nella "Rete delle grandi macchine a spalla", hanno trasmesso agli enti cittadini eugubini ciascuna un documento ufficiale nel quale dichiarano il proprio parere favorele. Di seguito i contenuti delle tre lettere.

SASSARI

"La Comunità Festiva Sassarese guarda con favore alla possibilità che anche la Festa dei Ceri di Gubbio ritorni a far parte a pieno titolo della 'famiglia' riunita entro la Rete delle grandi macchine a spalla. Per noi, il legame con la comunità eugubina ha solide radici ed è suggellato dal gemellaggio tra le due città e le due principali feste religiose che caratterizzano la vita, le tradizioni e la cultura di Sassari e Gubbio.

Più in generale, auspichiamo che si riallacci quanto prima il filo che univa Gubbio a Sassari, Viterbo, Nola e Palmi e che si è interrotto – perlomeno per quanto riguarda il processo di candidatura ed il successivo riconoscimento dell’Unesco – a causa di questioni che, ben sappiamo, in gran parte hanno prescisso dalle reali intenzioni della comunità festiva eugubina. Il nostro rammarico, che credo sia il rammarico di tutte le comunità della Rete, compresa quella eugubina, è di non esserci confrontati in questi ultimi tre anni su questo delicato punto di criticità, dimenticandoci del percorso che avevamo comunque condiviso nei cinque anni precedenti.

Ci auguriamo che questo sia monito per tutti noi, nell’interesse generale della Rete che ci rappresenta e delle nostre straordinarie feste. L’inserimento di Gubbio non potrà che arricchire e rinvigorire la Rete con il coinvolgimento di una Festa di valore internazionale, nella prospettiva di salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale che accomuna e che è oggetto di percorsi di valorizzazione d’eccellenza".

NOLA

"La Contea Nolana Libera Associazione Culturale e di Volontariato LA FESTA DEI GIGLI PATRIMONIO UNESCO Nella Rete delle grandi Macchine a spalla italiane. In riferimento alla nota ricevuta dalla dott.ssa Nardi, che ha veicolato presso di noi le note pervenute dalle comunità della Città di Gubbio, crediamo che nello spirito del nostro antico progetto e mettendo da parte i risentimenti, i particolarismi ed i campanilismi che non fanno parte del modo di essere della Rete delle grandi Macchine a spalla le cui feste sono state riconosciute Patrimonio UNESCO proprio per il dialogo e l’apertura che abbiamo dimostrato di avere, riallacciare i rapporti di collaborazione con Gubbio riaprirebbe quel dialogo bruscamente e immeritatamente interrotto.

Pensiamo e siamo convinti che il riavvicinamento tra tutte le nostre comunità non possa che arricchirci ulteriormente e arricchire il percorso, che non si è chiuso con il riconoscimento UNESCO, ma che ha aperto a nuove e importanti prospettive. Ci auguriamo che anche i Ceri possano diventare Patrimonio UNESCO, che la Rete in tutte le sue componenti diventi concretamente ambasciatrice del dialogo tra le genti e le nostre Feste portatrici di messaggi universali di unità, fratellanza oltre che di scambi sociali, culturali e turistici. Questo è il senso che vogliamo dare ai lunghi anni di lavoro che abbiamo fatto insieme, questo è il senso che la nostra Rete deve continuare ad avere".

PALMI

In risposta alla nota inviataci dalla Dott.ssa Nardi che accompagna le lettere della Comunità Festiva e del Commissario Prefettizio di Gubbio, siamo lieti di rappresentarvi che, nel pieno spirito degli obbiettivi sia della nostra Rete che dei principi unescani, la comunità festiva di Palmi e della Varia ha deciso di accogliere l’istanza e di riabbracciare in questo percorso di condivisione e di inclusione, la comunità dei Ceri, convinti che la forza acquisita dalla Rete e consolidata con il riconoscimento UNESCO possa contribuire al percorso che la comunità eugubina ha intrapreso e che ci auguriamo possa, al pari delle comunità della Rete, concludere positivamente.

Consapl evoli, inoltre, del fatto che questo progetto è nato proprio su input delle città di Gubbio e di Palmi e del valore assoluto che il dialogo e l’inclusione hanno all’interno della nostra Rete, non possiamo non sottolineare che il dialogo tra le comunità, che prescinde, in ambito unescano, dal dialogo tra le istituzioni, riprenda con maggiore forza e costanza e trovi nuova linfa proprio nell’accoglimeto di un’istanza che giustamente, in questo caso, parte dalla comunità. Auspichiamo che ciò avvenga al fine di dare ancor più valore ad un percorso che non si è concluso, ma è iniziato con il riconoscimento UNESCO".

Commenta l'articoloSCRIVI

  • libero eugubino 2014-03-30 alle 12:28:43

    Dopo l'ennesima figuraccia, e dopo questa grande lezione di Vita, accolgo con gioia questa opportunità, per il futuro della nostra Gubbio. Resta il fatto però che devono venire fuori i nomi e responsabilità!!
    In giappone si sarebbe proceduto con pubblica ammenda e pentimento sentito oltre alle immediate dimissioni, qui forse, dopo una leggere "reimpastata" torneranno come nuovi a fare DANNI!!!!
    Credo che sia ora di darci una svegliata tutti quanti e pensare che il bene collettivo alla fine diventa bene personale.

  • LIBERA MENTE 2014-03-28 alle 19:50:25

    Premetto che non condivido il nostro inchino dopo la nostra arroganza. Ribadisco che forse era giusto pagare lo scotto fino in fondo.

    Ma ammiro: da Sassari, Nola e Palmi una grande lezione di stile. Al loro posto come si sarebbe posta Gubbio? Questo sia di grande insegnamento per tutti noi. Spero curi e mitighi il lato peggiore del nostro orgoglio.

  • Sandro Alberoni 2014-03-28 alle 19:44:09

    Questi ultimi manco con le bombe a mano li togli dalle poltrone... tuttavia vale la pena ringraziare Nola, Sassari e Palmi dove gli ammistratori si stanno dimostrando molto più intelligenti dei nostri di allora.

  • nic alo 2014-03-28 alle 16:57:18

    Non tutto è perduto. Dimissioni dalle Cariche Pubbliche per chi si macchiò allora dello scempio che sta penalizzando Tutti Noi

  • massimo rama 2014-03-28 alle 16:31:51

    per fortuna qualcuno ancora ci vuole bene. Ma che figura di m....................

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it