Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Venerdì 24 Novembre 2017

i più apprezzati

$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Ennio  Palazzari

Dal Blog di

Ennio Palazzari

Postato il: 2014-04-22 alle 12:27:16

Tags:

Un Fondo di sostegno alle associazioni con gli emolumenti di sindaco e giunta

Palazzari

Politica

Buon senso e concretezza sono i principi sui quali intendo impostare la guida della città e sui quali credo che ognuno dovrebbe far riferimento nel momento in cui si candida ad assumere questa responsabilità.

In un quadro di crisi così difficile, reso ancora più complesso dalle difficoltà di dialogo e di collaborazione che da anni soffre la nostra Gubbio, ho immaginato che anche piccoli segnali possano aiutare ad indirizzare la comunità verso la ricerca dello spirito di maggiore collaborazione.

A partire dalle oltre 200 associazioni che fanno parte del vasto panorama sociale cittadino. Per questo motivo intendo lanciare una proposta concreta e fattibile su cui mi impegno non appena dovessi essere eletto sindaco di Gubbio. Fin dall'insediamento infatti provvederei ad istituire un Fondo comune di sostegno all'attività delle associazioni cittadine.

Come sostenere e alimentare questo fondo? Nel modo più semplice: versando nel Fondo, ogni mese, l'emolumento previsto dalla legge per l'incarico di sindaco. Non appena riscosso - dato che per legge non posso rinunciarvi - provvederei a versarlo nel C/C del fondo stesso, aperto per altro anche a contributi della cittadinanza e di chi volesse, anche con un minimo apporto, partecipare. Il Fondo puo' essere gestito anche da un soggetto terzo, in modo che non si abbia a dire che il Comune abbia arbitrariamente deciso la destinazione di tali risorse.

E' ovvio che il mio gesto non vuole rimanere una forma isolata di partecipazione. Inviterei anche gli assessori e l'intera Giunta a fare lo stesso per garantire, ogni mese, un volume di risorse a disposizione della collettività in un momento così delicato. Tutto questo per dare un segnale e anche un esempio.

La politica ha perso in questi anni molta della sua credibilità. Non si tratta di "riacquistarla" ma di fornire un esempio concreto e costruttivo di come si può essere al servizio della propria comunità, senza demagogie e slogan inutili, con la concretezza con cui intendo improntare il mio operato e che ha sempre caratterizzato il mio modo di agire.

Commenta l'articoloSCRIVI

  • Luna Nera 2014-04-24 alle 00:08:23

    Più che di manovra propagandistica parlerei di disperazione politica! Se il candidato del PD pensa di poter raccogliere voti facendo elemosina ed evitando di parlare dei danni subiti dalla città durante le gestioni precedenti ad opera dei suoi compagni di brigata allora siamo proprio al fondo del barile.....coraggio c'è ancora qualche settimana per parlare di cose serie....poi i cittadini finalmente spazzeranno via i venditori di fumo!

  • Federica Ambrogi 2014-04-23 alle 16:48:30

    Siamo onesti quanti di noi me compresa hanno rinunciato, e rinuncerebbero alla nuova camicia, al cellulare, allla scarpa magari firmata ,alla cena con amici, per dare il corrispettivo al vicino di casa che non arriva alla fine del mese? Quindi prima di giudicare e sparare a zero su tutto e tutti riflettiamo, questo è un piccolo gesto che fa onore a chi lo compie indipendentemente dalla sua appartenenza politica

  • Sandro Alberoni 2014-04-23 alle 12:38:36

    Palazzari può non piacere ma NON sarebbe il primo sindaco a rinunciare al compenso previsto per legge per chi ricopre ruoli politici. Certo che è una mossa propagandistica, ma è un pensionato benestante e può fare benissimo a meno di un aggiuntivo emolumento. Non gli serve certo quello per vivere.

  • Manuela Brugnoni 2014-04-22 alle 22:01:12

    Allora questa e' proprio bella....cerchero' di essere breve perché' altrimenti rischio di dire cose che non dovrei.
    Se Lei già' vuol fare qualcosa di utile, invece di regalare il Suo stipendio a delle associazioni (che dividendolo in quante sono saranno spicci per ognuna) farebbe bene a farci vivere delle famiglie che non arrivano alla fine del mese e piene di problemi.
    Mi rendo conto che facendo così, il bel gesto non verrà' ricordato "pubblicamente" durante delle feste di associazioni, ma se è' il fine che Le interessa, non ci farà' caso.
    Quello che mi fa pensare male e' che stranamente questo Suo gesto arriva prima delle elezioni, non poteva parlarne DOPO?
    Inoltre, scusa, ma Lei poi con che cosa vivrà'? D'amore? Ah, ho capito....c'era già' un'entrata assicurata......

  • Marco Fanucci 2014-04-22 alle 20:17:04

    Cercherò di essere serio. Non sarà facile, però siccome la situazione è seria ogni tanto bisogna esseri seri.
    Sono tempi duri per la politica. Smascherata e sputtanata. Da ogni profilo, da ogni angolazione. Vista come ricettacolo di incompetenze, malaffare e ipocrisie. Basso tasso di moralità e alto tasso di avidità.
    La crisi economica ha rotto il patto tacito tra i cittadini e i politici. Quel legame che teneva unito gli interessi degli uni a quello degli altri ora non c’è più.
    Tutto è deflagrato e disintegrato in tantissimi pezzettini impossibili da rimettere insieme per ritrovare l’unitarietà originaria.
    Questo processo ha investito anche la politica eugubina. E se ne vedono gli effetti. Con i partiti e le liste civiche pronte a rincorrere gli spiriti animali del popolo in “sobillazione”. Si spera che non scatti la corsa all’emulazione o peggio al raggiungimento della primazia demagogica, altrimenti tra qualche giorno uscirà fuori qualche candidato disposto a pagare per fare il sindaco.
    Ma come bisogna leggere questa mossa della coalizione Pd1, se non come un tentativo smaccatamente sfacciato di irretire l’elettorato smaliziato? Queste proposte una volta venivano fatte dai partiti che non avevano la minima possibilità di successo elettorale; non dovendo rendere conto delle promesse non mantenute le sparavano grosse e la cosa finiva lì.
    Ma qui c’è di mezzo la Juventus del campionato, ci sono i campioni in carica. Se dovessero prevalere alle elezioni avremmo una giunta che fa le cose gratis?
    Sul serio?
    L’ultimo sindaco di Gubbio percepiva 3.100 euro e fischia al mese. Il vicesindaco 1.600 e gli altri assessori 1.400.
    Proprio perché la politica è una cosa seria, chi si occupa di politica deve ricevere un adeguato compenso. Si può discutere sull’entità delle corresponsioni, tuttavia non mi sembra che chi dovrà occuparsi di tante cose importanti sia destinato a prendere cifre da nababbo. Il giusto, credo.
    Se chiami un idraulico non ti aspetti che ti faccia il lavoro gratis, sai benissimo che alla fine gli dovrai dare dei soldi.
    La promessa di compenso stimola a fare meglio il lavoro. Le cose gratis vengono male, non funzionano. C’è un detto: dare soldi, vedere cammello.
    A meno che.
    A meno che il sig. Palazzari non abbia in mente una giunta composta da pensionati benestanti, allegri dopolavoristi o ricchi milionari.
    È consapevole di quello che l’attenderà nei prossimi cinque anni se dovesse essere eletto sindaco?
    L’ufficio a Palazzo Pretorio diventerà la sua casa, non ci saranno più domeniche per lei, dovrà stare sempre in allerta, sempre a disposizione della popolazione. E così la sua giunta di buoni sammaritani. Gli assessori non pagati non potranno più fare il loro lavoro. Saranno al servizio dei cittadini. E dovranno esserlo con umiltà e cortesia.
    Oppure ritiene che il sindaco si possa fare nei ritagli di tempo, come se fosse un hobby, o peggio un cassonetto delle vanità?
    La politica non è inaugurazioni e tagli dei nastri, simposi tra ottimati e buffet ridondanti. Non è conferenze stampa solleticate da giornalisti ossequiosi e deferenti. Non è sante messe barocche o convegni d’alto rango al servizio dei bisogni di chi non ha bisogno.
    No, sig. Palazzari. La politica è sangue e merda, parafrasando un politico di altri tempi.
    Se la sente veramente?

  • Ridley Scott 2014-04-22 alle 19:20:28

    Non siete più credibili cari signori, se volete fare qualcosa di concreto e positivo potete solo mollare l'osso come già avete fatto commissariandoci.

  • Gert dal Pozzo 2014-04-22 alle 17:24:52

    Inoltre, facendo due conti, con quello che verserebbero assessori, sindaco e consiglieri, NON si riuscirebbe a recuperare per le associazioni quello che invece sarà perso dalle IMPRESE per il solo fatto che non potranno accedere ai finanziamenti per il QSV (80 milioni - parole dello stesso Palazzari), a causa anche delle mancanze della giunta PD di Guerrini.

    Sulle perdite economiche conseguenti al mancato emendamento del PRG ci sarebbe un conto sanguinoso in termini di imprese chiuse, in difficoltà o proprio alla anna del gas.

    (N.B.: di Goracci non parlo sennò mi censurano).

    Per me dovrebbero pagare, altro che gratis..

  • Gert dal Pozzo 2014-04-22 alle 17:21:52

    Parole vane, caro architetto Fanucci!

    Sarà difficile per i cittadini rendersi conto vista la quantità di cugini, nipoti e mogli presenti nei vari schieramenti della sinistra che hanno amministrato Gubbio negli ultimi 15 anni.

    Ora: sarà pure vero che a Gubbio siamo tutti mezzi parenti, ma se ne sentono un po' troppe per non dubitare...

    Certo è che per fare questa mossa il PD1 deve essere ben disperato: anche gratis pur di conservare il potere....

  • Marco Fanucci 2014-04-22 alle 16:23:16

    Conoscendo in anticipo la composizione della giunta, gli elettori si faranno un'idea di questi buoni sammaritani disposti a concedere i loro emolumenti alle associazioni.

  • Marco Fanucci 2014-04-22 alle 14:10:29

    Sarebbe importante, lei capisce no? Sapere chi gestirà il Puc1, il Puc2, gli aspetti ambientali, quelli paesaggistici, quelli legati all'edilizia, quelli inerenti al turismo. Insomma tutti questi bei dossier a chi finiranno in mano? Oltre a lei, se sarà sindaco, chi avrà l'onere di gestire in maniera trasparente queste tematiche?

  • Marco Fanucci 2014-04-22 alle 14:05:30

    CORREZIONE REFUSO_ Sig. Palazzari, faccia un altro gesto di generosità. Comunichi i nomi degli assessori della sua giunta, nel caso venga scelto dai cittadini.

  • Marco Fanucci 2014-04-22 alle 14:04:40

    Sig. Palazzari, facci un altro gesto di generosità. Comunichi i nomi degli assessori della sua giunta, nel caso venga scelto dai cittadini.

  • Marco Fanucci 2014-04-22 alle 12:31:23

    Una genialata.
    Adesso anch'io fondo un'associazione, chissà mai che possa percepire quattro soldi.

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it