Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Domenica 21 Gennaio 2018

i più apprezzati

  • Lupini

    IL CONSIGLIERE COMUNALE PAVILIO LUPINI INTERVIENE IN MERITO ALL'ASSOLUZIONE DELL'EX SINDACO ORFEO GORACCI E DELLA SUA GIUNTA DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI

    Dal blog di Gubbio Libera

    MADONNA DEL PONTE, CHIESA IN MEZZO AL GUADO

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    PROTESTA RIENTRATA DOPO INCONTRO CON IL COMUNE

    Dal blog di Live Gubbio
  • PIAN D'ASSINO SENZA PIETA': UN ALTRO MORTO

    Dal blog di Live Gubbio

    ANCORA UN INCIDENTE SULLA VARIANTE

    Dal blog di Ubaldo Emanuele Scavizzi
    Live Gubbio

    DANNO ERARIALE: ASSOLTI GORACCI & C. CHI PAGA?

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    VIA DELLA REPUBBLICA, PROTESTA IN ARRIVO

    Dal blog di Live Gubbio
$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Simone Zaccagni

Dal Blog di

Simone Zaccagni

Postato il: 2014-06-04 alle 13:11:20

Tags:

Che pessimo spettacolo i ceri piccoli!

La muta dei piccoli e la muta dei grandi

Attualita

Ho visto da spettatore esterno la festa dei ceri piccoli. Esterno perché non ho nessun nipote o figlio che prende il cero. Quindi ho avuto modo di apprezzarne il pessimo risultato in cui sono finiti. Ora, parlare di quando ero piccolo io è il solito discorso dei bei tempi andati. Ma se ho visto mute intere di adulti inserire mute intere di bambini qualcosa di sbagliato c’è.

Mi sono chiesto: “Ma quando ero piccolo io come facevo a fare tutto da solo?” La risposta è presto data. Io ho preso per la prima volta il cero piccolo in quarta elementare, a 9 (leggonsi nove) anni. E a 9 anni un bambino è abbastanza autonomo. È vero che erano altri tempi, che andavo a scuola da solo a piedi, che mi facevo al merenda da solo, usando pericolosi (!) coltelli, quindi avevo sviluppato un’indipendenza maggiore. Ma non ero il solo.

Probabilmente però a 3 anni non ero così autonomo. Ecco il problema. Adesso, nella società precoce e bruciatappe che abbiamo, si pretende che anche il bambino di tre anni prenda il cero, nonostante lo stesso non ne abbia la minima voglia, anzi, con lacrime evidenti cerchi di far cambiare idea all’ambizioso genitore. Quando ero piccolo io, il cero si prendeva sulla mostra, fino a chè non si era in grado di farlo da soli.

Quindi durante la corsa si lasciava fare ai grandi, cioè quelli delle medie o di quarta/quinta elementare. Ed era una corsa, non una giostra. Cari genitori, non riversate frustrazioni ceraiole nei vostri figli, non fate loro bruciare le tappe, non vi preoccupate se a 8 anni ancora non hanno quella passione. Arriverà. Ci sono stati capodieci di brocca che non si vestivano per i mezzani… Abbiate pazienza, per i vostri figli che hanno da poco imparato a camminare c’è la mostra, che dura da dopo l’alzata fino ad esaurimento scorte. Per loro non fa grossa differenza… Così state più tranquilli anche voi…

Commenta l'articoloSCRIVI

  • Ubaldo Emanuele Scavizzi 2014-06-04 alle 21:48:32

    Sono pienamente d'accordo. Oggi a 3 anni si prendono i ceri piccoli, a 12 i mezzani e a 18 si pretende di prendere i grandi. Il tutto con evidenti forzature e storture, come hai ben evidenziato per i ceri piccoli, ma con analoghe assurdità per i mezzani e i grandi. Un ripensamento generale no??

  • libero eugubino 2014-06-04 alle 18:41:14

    Come tutti gli anni ci ritroviamo a parlare sempre delle stesse cose che però non serve a nulla. Parlo da genitore ma credo anche da Ceraiolo. Ho un figlio di nove anni e quest'anno per la prima volta ha suonato il tamburo ( perchè aveva l'età per andare in giro da solo), ha preso il Cero (da solo) è andato a mangiare insieme ai suoi amici alla tavola bona ... insomma ha vissuto la sua prima giornata da Ceraiolo. Vi domanderete perchè dico questo, cosa c'è di speciale? nulla, dovrebbe essere la normalità. In questi anni passati le ho viste di tutti i colori, sfilate con passeggini, bambini di due anni che non riuscivano a camminare però la sfilata la dovevano fare, insomma era grande la maestria dei genitori per far diventare i propri figli valenti Ceraioli...Mia moglie un pò sbigottita non capiva perchè nostro figlio giocava con chiodi e martello sul vicolo insieme a qualche altro amichetto e con una barella de fortuna correva fiero di quello che aveva costruito, mentre gli altri venivano messi a forza sotto il cero per la FOTO RICORDO... ad ogni richiesta da parte di mia moglie le rispondevo ( lascelo fa..) Qualche volta anche mio figlio si sarà sentito meno degli altri coetanei , lo so, ma per come la vedo io, fa parte di quella crescita indispensabile per un Ceraiolo. A 20 anni sarà solo, non ci sara la mamma o l'babbo a daje na mano, sarà solo, solo il suo cuore, il suo spirito, la sua fede, sarà solamente il Ceraiolo che sarà diventato a dettare le sue azioni.
    i genitori stanno rovinando i loro figli, li stanno facendo diventare se va bene, na flotta de bracceri, ma credono che così facendo l'primo pezzo è assicurato, gli stanno trasmettendo le loro frustrazioni e i loro sogni, ma è solamente la vita che dirà se il proprio figlio sarà un Ceraiolo. Noi genitori possiamo dargli solamente qualche strumento, ma il cammino devono farlo autonomamente.Credo che le mie parole non saranno condivise da molti di voi ma in modo schietto e genuino esprimo un mio pensiero. Credo che siano necessarie alcune riflessioni: è il caso ancora di fare i ceri piccoli? non sarà il caso di farli più grandi per alzare l'età dei giovani ceraioli? Siamo sicuri che sta flotta de mamme e babi che per quel giorno si sentono gli indiscussi custodi della tradizione ceraiola eugubina trasmettono bene quei valori che hanno fatto tramandare questa nostra festa nei secoli?
    Siamo sicuri che questa voglia irrefrenabile dei genitori di mettere in evidenza il proprio figlio a ediscapito di un altro sia la strada giusta?Vi pare una cosa giusta che la mostra venga guidata e i tempi dettati dai fotografi (rispetto il loro lavoro specie in tempo di crisi, però na regolata me la darei).E ciliegina sulla torta, vi pare giusto che il messaggio più importante che viene trasmesso ai giovani è la PORTA? Io credo che sia giunto il momento di metterci le mani, una volta per tutte bisogna prendere in mano la situazione e laddove ce ne sarà bisogno fare qualche passo indietro e imporre delle regole che possano garantire il futuro della Festa dei Ceri.Scusate se le mie parole a volte sono forti ma ho molta rabbia per tutto quello che sta accadendo. Come siamo potuti arrivare a questo non lo so, sta di fatto che in trentanni abbiamo stravolto la Festa dei Ceri e vedendo cosa stiamo facendo per i Ceri piccoli ci stiamo assicurando un altro bel trentennio!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Alessandro Passeri 2014-06-04 alle 22:15:47

      Complimenti, condivido tutto. Lo penso da anni i ceri piccoli dovrebbero essere più grandi.

    • Mirko Salciarini 2014-06-05 alle 12:21:00

      condivido pienamente !!!!!!!!

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it