Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Mercoledì 23 Agosto 2017

i più apprezzati

$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Comitato Beni Culturali Gubbio

Dal Blog di

Comitato Beni Culturali Gubbio

Postato il: 2014-12-09 alle 11:54:22

Tags:

CAPTATIO BENEVOLENTIÆ

Attualita

Se dovessimo spiegare in un' aula piena di studenti il significato dell’espressione “Captatio benevolentiæ” potremmo pensare alla “clava” dell’Avv. Gagliardi.

Una premessa: non crediamo che il giornalista Boccucci nella sua domanda e l’Avv. Gagliardi nella sua risposta (GUBBIO 15 giorni, n.28, 3 Dicembre 2014) con il “partito del no” si riferiscano al nostro Comitato. Se però così fosse vorrebbe dire che non hanno letto il nostro manifesto sulle plance da una settimana. Da questo manifesto, come ampiamente spiegato nel dibattito pubblico del 23 Novembre, emerge in maniera chiara e inconfutabile il nostro netto SI, ripetuto da almeno un anno, al restauro delle Logge, alla loro riapertura al pubblico, al loro utilizzo come motore propulsivo per una valorizzazione dell’intero centro storico di Gubbio.

Tutta la parte centrale del manifesto contiene le nostre proposte di riuso compatibile con la natura del monumento.

“Il fronte del no – scrive Gagliardi, e lo preghiamo di chiarire se, secondo lui, noi ne facciamo parte- è, più o meno consapevolmente, strumentalizzato come clava per attaccare Carlo Colaicovo (…) un tentativo subdolo e perciò inaccettabile.”

Dialettica eristica o captatio benevolentiæ?

Quello che non si comprende è che se uno si dimostra favorevole alla vetrificazione è un grande innovatore, chi invece esprime e motiva la propria contrarietà verso un progetto che non lo convince, fa un atto di lesa maestà, così grave da meritare di essere mandato dal “sor Carlo”, come minaccia l’allenatore portoghese, a scopare (nel senso di spazzare) il mare a Fano.

E allora tutti a scopare (nel senso di spazzare) il mare d’ inverno: noi, gli onorevoli Zaccagnini, Fratoianni e Giordano, Settis, Berdini, Montanari, Manganelli, Fanucci, i Cinque Stelle, Gubbio Libera, Rifondazione Comunista, i dissidenti della maggioranza, la D’Alessandro e anche il Sindaco Stirati se rimane coerente con quanto detto in campagna elettorale.

L'immagine è di Michele Quilici

Commenta l'articoloSCRIVI

  • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-12 alle 08:44:26

    Affidatevi a Steven Spielberg e George Lucas, scritturate Harrison Ford e andate tutti alla “ricerca dell’atto perduto”. Buona avventura e buone feste.

  • Josè Mourinho 2014-12-11 alle 18:08:28

    Il Prof. Boccucci ha ragione....perderebbe tempo non c'è nessun atto scritto, anche perché i notai o i commercialisti costano...

    • Ubaldo Emanuele Scavizzi 2014-12-11 alle 18:16:29

      Con la macchina pubblica ci avrai gozzovigliato tu, pezzo di ignorante!

    • Ubaldo Emanuele Scavizzi 2014-12-11 alle 18:20:41

      ...E ricordo a te e a tanti millantatori di titolo nostrani, che per essere professore bisogna prima conseguire una laurea, poi superare un concorso pubblico nazionale, infine insegnare in una scuola secondaria o all'università. Tanto per chiarire.

    • Alessandro Passeri 2014-12-11 alle 19:12:19

      Ma di quali costi parla? Lei è ignorante su tutto. Intanto visto che prende parola su questo si palesi lei. giù la maschera allenatore!

  • Massimo Boccucci 2014-12-11 alle 17:10:38

    COMITATO: Sono più tentato di ricercare l'atto costitutivo della Vs. benemerita Associazione e con esso i sottoscrittori con le relative cariche sociali. Mi assale un dubbio: perdo tempo a cercare? E' solo un dubbio, sia chiaro. Solo il Comitato (...dopo la pubblicità) potrebbe fare chiarezza. Ma il Comitato continua a chiedere a me di fare i conti in tasca alle ditte che lavoreranno per il progetto di riqualificazione delle Logge dei Tiratori e di occuparmi di metrature. Strano. Non è dirimente chiarire all'opinione pubblica la natura della Vs benemerita Associazione e chi ne fa parte? Per fare un albero ci vuole un seme... Ecco partiamo dal seme: cioè la Vs. benemerita Associazione.

  • Massimo Boccucci 2014-12-11 alle 15:02:29

    COMITATO: Per i computi metrici credo che vi possiate rivolgere ai tecnici. Non vedo il nesso tra le questioni tecniche e il rendere pubblico l'elenco degli aderenti a questo Comitato. Non vorrei - andreottianamente parlando, senza offesa - che questa associazione non sia legalmente costituita con atto notarile e regolare statuto perché - al momento - soltanto così si spiegherebbe la totale chiusura ad aprirsi alla collettività senza nascondersi dietro ragionamenti speciosi e un pò astratti. Ma sono sicuro che la mia è una conclusione sbagliata e sono anzi convinto che il Comitato abbia tutto l'interesse a rendere pubblico sia l'elenco dei componenti che l'atto ufficiale costitutivo. Non voglio neanche pensare che tutta questa querelle si riduca a uno scambio di vedute tra l'opinione pubblica e i "quattro amici al bar" della nota canzone. Il Comitato può veramente fare chiarezza e con opera meritoria.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-11 alle 15:37:30

      BOCCUCCI, la ripartizione dei guadagni per le ditte eugubine dei lavori delle Logge la chiediamo a Lei, che è persona informata in quanto è dall'ottobre del 2013 che va ripetendo, in ogni dove, l'entità del famoso finanziamento.
      Se ci fa un lungo articolo sul Messaggero nazionale, non locale, l'invitiamo alla prossima riunione, magari in un accogliente bar del centro, così ci può fare anche una bella foto di gruppo.

  • Massimo Boccucci 2014-12-11 alle 14:16:18

    SANNIPOLI: Caro Gianluca, mi riferisco a persone attiviste del Comitato, a persone impegnate in prima linea. Se il Comitato accogliesse l'invito, sereno e trasparente, di rendere pubblico l'elenco degli aderenti sarebbe tutto più chiaro e rimuoverebbe ogni eventuale dubbio al quale fai riferimento.

    VANTAGGI: Quando viene organizzato un convegno, un incontro o una manifestazione pubblica, non si fa la conta dei presenti per immaginarne l'appartenenza o meno come organizzatori, promotori, aderenti. Provo a ripetere un concetto senza alcun intento polemico o da chissà quale risvolto: rendere pubblico l'elenco degli aderenti è un atto di trasparenza e di chiarezza. Quanto all'eventuale presenza di soggetti da fuori Gubbio, magari sarebbe prima il caso di vedere chi sono, che tipo di relazioni e/o interessi hanno con la comunità, e soprattutto se conoscono bene la città perché resto sempre convinto che la battaglia sulle Logge non la si vede - soprattutto non la si è mai vista - per altri aspetti molto più vergognosi di trascuratezza, abbandono e degrado del centro storico.

    SCAVIZZI: Ottimo il richiamo alla Costituzione per rimarcare evidentemente la natura del Comitato. A maggior ragione è del tutto naturale aspettarsi che sia reso pubblico l'elenco degli aderenti. Proprio perché non è un'associazione segreta o militare.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-11 alle 14:44:23

      Renderemo pubblica la lista quando Lei renderà pubblico il computo metrico delle vetrate.
      Per il resto almeno quattro di noi stanno scrivendo commenti su questo articolo con il loro nome e cognome. Al Convegno non c'era bisogno di fare la conta: tre erano relatori ufficiali, due o tre sono intervenuti nel corso del dibattito, altri erano addetti alla consegna delle cartelle informative, altri manovravano le apparecchiature, altri ancora erano impegnati nelle pubbliche relazioni. Di tutti Lei conosce perfettamente nome, cognome e tratti somatici.

  • Gianluca Sannipoli 2014-12-11 alle 13:06:39

    MESSAGGIO PERSONALE PER MASSIMO BOCCUCCI.
    Siccome ultimamente frequento poco Livegubbio, mi segnalano (niente paura, non dal Comitato) uno scritto di Boccucci di qualche giorno fa:

    "COMITATO: In attesa che il Comitato renda pubblico l'elenco delle cariche e degli aderenti, non considero certo una "minaccia" la documentazione da cui potrebbe scaturire un vostro articolo. Magari fatelo scrivere da chi si è già lkargamente "adoperato" da giornalista per perorare cause associative specifiche (!) dimenticandosi del ruolo per fare l'agit-prop oltre che il portavoce di Tizio o Caio (o emanazione di Tizio e Caio!). Non ho problemi. Attendo serenamente. I miei articoli sono di dominio pubblico. Magari certi comportamenti (sul piano deontologico professionale) molto meno e allora ci si potrebbe pure divertire. Perché no?".

    Mi permetto di chiedere a Boccucci il nome della persona cui si riferisce con le sue parole, perché così come è scritto lascia molti dubbi e poche certezze. Grazie.

    • Giovanni Vantaggi 2014-12-11 alle 15:13:53

      Caro Sannipoli,
      non credo che il "nostro "risponderà, visto che come slalonista, supera alla grande anche Tomba!!! oltre che l'Uomo ragno come arrampicatore di ... vetrate!

  • Giovanni Vantaggi 2014-12-11 alle 08:08:15

    Per i tanto affannati ricercatori di presidenti e "personaggi" del famigerato COMITATO BENI CULTURALI lo ripeto, lo ridico lo riscrivo:
    BASTAVA PARTECIPARE al convegno del 23 nov, avreste visto e "toccato" in carne ed ossa le persone del comitato!
    Il Comitato si è reso palese e pubblico ed è APERTO ad ogni persona che vuole lavorare per il BENE PUBBLICO che rappresenta il nostro CENTRO STORICO ed il nostro territorio.
    Non servono tessere, nè appartenenze, qualche "obolo" sì (secondo le proprie disponibilità naturalmente, perchè CI AUTOFINANZIAMO.

    • Giovanni Vantaggi 2014-12-11 alle 08:12:19

      NB: nel post sopra, ho volutamente tralasciato nella denominazione: Gubbio (Comitato beni culturali GUBBIO) perchè tra i sostenitori e i vicini ci sono anche persone non eugubine e che abitano in altre città ma che ci tengono a dare il loro apporto e sostegno.

  • Massimo Boccucci 2014-12-10 alle 23:22:38

    COMITATO: Il Comitato sai che fa? Manda la pubblicità... Continuare a non rispondere su cariche e adesioni. E fantasticate di titoli e articoli interpretandoli a piacimento, comprese le inesistenti proprietà transitative. Nel 2001 c'era un contesto socio-politico che ho cercato di raccontare e - mi pare - anticipando riscontri e risultati. Nel tempo sono successi erventi e abbiamo visto e sentito un altro vento. Il Comitato forse ha preso... il vento nel momento sbagliato.

    TARZAN: Tarzan è estinto da un pezzo. Anche Cita. La prego: se rende pubblico il suo nome, magari sapremo tutti la sua professione e capiremo se può dare lezioni agli altri. Con tutto il rispetto.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-11 alle 09:07:27

      BOCCUCCI il 9 Dicembre alle ore 17.40 ha scritto: “Il Comitato renda pubblico l'elenco completo degli aderenti e tutti VALUTERANNO. Serenamente”. Che cosa devono serenamente VALUTARE: se andiamo a Messa la Domenica, se siamo vegetariani, se la nostra fedina penale è pulita o sporca, per quale squadra tifiamo?
      Noi da mesi aspettiamo che il sempre informato sui fatti, giornalista Boccucci, renda pubblico il computo metrico delle vetrate delle Logge. Questo al fine di VALUTARE il reale importo che entrerebbe nelle tasche degli Eugubini.

  • Josè Mourinho 2014-12-10 alle 22:27:39

    Gentile Signora Fiorucci, io non La conosco e non mi tiri in ballo.
    Già molto tempo fa avevo espressamente richiesto nozioni sul Comitato che da Codice Civile deve essere regolarmente costituito per funzionare pubblicamente.
    Nozioni regolarmente inevase. Bene. Ne prendo atto.
    Le regole, se regole devono esserci, sono valide per tutti.
    Non Vi disturberò oltremodo.

    • Ubaldo Emanuele Scavizzi 2014-12-11 alle 10:41:13

      Costituzione Italiana, art. 18:

      "I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale.
      Sono proibite le associazioni segrete e quelle che perseguono, anche indirettamente, scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare."

      La nostra non è un'associazione segreta (basta venire alle nostre iniziative, dove parliamo a nome del Comitato, per vederci) né un'organizzazione di carattere militare. Quindi...

    • Alessandro Passeri 2014-12-11 alle 19:02:25

      Solo lei caro allenatore ha diritto di tirare in ballo gli altri e poi per offenderli?
      Come le dissi molto tempò fa si faccia una bella ripassata del Codice.

  • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-10 alle 21:24:11

    Massimo BOCCUCCI, Tutto Gubbio, 2 Giugno 2001. "Orfeo Goracci, soffia forte il vento del cambiamento".
    Se nel 2001 Boccucci "sosteneva" Goracci e quindi Rifondazione Comunista e oggi Rifondazione Comunista "sostiene" il Comitato, per la proprietà transitiva dovremmo dire che anche Boccucci "sostiene" il Comitato.

  • Francesco Gagliardi 2014-12-10 alle 21:22:36

    Caro Comitato,
    sono convinto che la logica dei guelfi e dei ghibellini giova a pochi che ci "sguazzano" dentro per radicalizzare il confronto.
    Scavizzi, un esponente del Comitato, vi ha eletto a paladini della libertà, che difendono gli oppressi contro gli oppressori. Mi aspettavo che prendeste le distanze da questa visione ridicola della nostra comunità. Maria Grazia Fiorucci sottoscrive appieno le argomentazioni di Scavizzi. Se questa visione vi appartiene fatelo pure voi.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-10 alle 21:34:20

      Non siamo noi che parliamo di Guelfi e Ghibellini, di guerre e di clave. Stiamo semplicemente cercando di tutelare il nostro patrimonio culturale, artistico, architettonico e paesaggistico in maniera civile e democratica.

  • dirittodinonvoto dirittodinonvoto 2014-12-10 alle 20:08:47

    Un comitato almeno nei suoi fondatori e organizzatori non dovrebbe essere anonimo anche solo per avere un confronto diretto in materia di quanto discusso.

    • Giovanni Vantaggi 2014-12-10 alle 20:24:18

      Ma quale anonimo? Siamo eugubini di estrazioni, idee, Cero,e ideologie e "militanze" diverse, come detto e ripetuto più volte, uniti dalla salvaguardia, la conservazione/valorizzazione del nostro territorio e del centro storico ... ma come al solito, non c'è più sordo di chi non vuol sentire!!!

  • Francesco Gagliardi 2014-12-10 alle 20:05:04

    Signora Maria Grazia si coordini con Scavizzi che sostiene la "paura" dietro l'anonimato degli aderenti al Comitato. Chiaritevi e poi parliamone.

    Alessandro, astio lo prova chi mi accusa di captatio benevolentiae. Non girare la frittata.

    • Cico Tarzan 2014-12-10 alle 20:29:27

      Avvocato non mi deluda, non riduca l'esistenza di un comitato piuttosto che di un'associazione o una fondazione ( qualsiasi cosa esse trattino) alla conoscenza personale degli appartenenti...può ben immaginare i problemi che avrebbe a Roma o a Tokyo!

    • Maria Grazia Fiorucci 2014-12-10 alle 20:55:41

      Scavizzi ed io siamo perfettamente coordinati. Condivido tutto quello che ha scritto.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-10 alle 21:07:58

      Nessun astio e nessuna accusa di captatio benevolentiæ.
      Per favore rilegga quello che ha scritto: “Il fronte del no è, più o meno consapevolmente, strumentalizzato come clava per attaccare Carlo Colaicovo (…) un tentativo subdolo e perciò inaccettabile.”
      Tutti quelli che si oppongono alle vetrate sono inconsapevoli, strumentalizzati, usati come clava per attaccare qualcuno, in un tentativo subdolo e inaccettabile.
      Sia sincero, se non lo avesse scritto Lei come avrebbe giudicato tutto questo?

    • Alessandro Passeri 2014-12-11 alle 18:56:53

      Guarda avvocato che è da un pezzo che accusi, questo articolo è nato come a dire "pure tu agisci per un secondo fine, sei contento se te lo diciamo?"
      Mi dispiace ma se io giro la frittata tu sei quello che la messa in padella!

    • Alessandro Passeri 2014-12-11 alle 18:59:38

      e.c.: l'ha messa ovviamente.

  • Massimo Boccucci 2014-12-10 alle 20:02:43

    VANTAGGI: Sì, la famosa VERITA' RELATIVA... O RELATIVISTA... Ahahahah! Auguri Dottò, sarà mejo...

    • Giovanni Vantaggi 2014-12-10 alle 20:25:51

      Contento te.....

  • Massimo Boccucci 2014-12-10 alle 19:46:02

    MARIA GRAZIA: Non capisco tanto stupore: perché un Comitato non dovrebbe rendere pubbliche le cariche e gli aderenti? Dove sta l'impulso ossessivo compulsivo? Manco avessi chiesto l'elenco a un Venerabile...!!! O no?

    • Maria Grazia Fiorucci 2014-12-10 alle 20:43:04

      E chi ti dice che noi non siamo VENERABILI?

  • Maria Grazia Fiorucci 2014-12-10 alle 19:34:25

    Finalmente ho capito da che cosa è mosso l'impulso ossessivo compulsivo di Boccucci e Gagliardi a voler per forza conoscere i nomi e cognomi (Boccucci anche le cariche) del Comitato. Devono dare la lista a Josè Mourinho che non sa chi mandare a spazzare il mare a Fano!

    • Cico Tarzan 2014-12-10 alle 20:17:08

      Questa volta sono d'accordo con lei, è per questo motivo che la democrazia permette di esprimere le proprie idee tutelando la propria persona specialmente in posti come questo. Questo giornalista va oltre le righe ,si assurge a paladino della verita' assoluta " se lo ripete continuamente da solo", bacchetta, pretende, mah! Ci sara' abituato! Comunque sono professionisti in via d'estinzione hanno avuto il loro spazio per molto tempo, il mondo va avanti e cominciano (i piu' birbi) a rendersene conto.

  • Massimo Boccucci 2014-12-10 alle 19:25:52

    VANTAGGI: Chissà perché chi proviene da certa schiera ideologico-culturale diciamo "sinistrorsa" è portato per sua natura a offendere immaginando di dispensare prediche da pulpito a buon mercato. Per fortuna c'ha pensato la storia. E più avanti ci penserà un ALTRO. Auguri. Ce n'è molto bisogno...

    • Giovanni Vantaggi 2014-12-10 alle 19:59:15

      E si la verità fa male!! Mi rendo conto jo,

  • Alessandro Passeri 2014-12-10 alle 19:01:40

    Caro Avvocato, Caro Francesco,
    Rifondazione si è espressa ben prima che il Comitato si costituisse e intraprendesse PROPRIE iniziative. Questo per dire che c'è da sempre ed inevitabilmente condivisione ma non c'è stato fino a questo momento sostegno o "collaborazionismo".
    Comunque se nel Comitato ci sono persone che votano o militano in Rifondazione stai pur certo che sono presenti nella stessa (se non inferiore) misura di altri componenti che professano altre fedi politiche o militanze associative.
    E nel complesso sono una rappresentanza veramente esigua, anche perché la stragrande maggioranza dei "comitanti" non dichiara alcuna appartenenza politica.

    Comunque tu scrivesti sul tuo articolo "VETRI INFRANTI" queste parole qui....

    "Sfido il sedicente comitato di salute pubblica, sorto per tutelare le bellezze eugubine, ad attaccare il progetto delle Logge in un'aula di tribunale. Se i quattro gatti dovessero ottenere ragione, sarò il primo a chiedere al Presidente Napolitano di venire in città per consegnare loro una medaglia al valore civile. Se i quattro gatti dovessero "affogare" nel torto, pagassero pegno all'intera comunità. Oggi i vetri infranti sono quelli dell'IPOCRISIA dei pochi che tentano di CAVALCARE E SCAVALCARE POLITICAMENTE un progetto di sviluppo e di futuro per la città".

    Sono parole che denotano astio, disprezzo quasi odio nei confronti di chi esprime opinioni diverse dalle proprie e che tu dici di rispettare, ma tu le hai espresse più volte oltre quell' articolo.
    Tu sei contento quando ti dicono che tutte le tue iniziative hanno un secondo fine tutto politico o inseguono una convenienza? Immagino di no.
    Io se hai notato non ho mai rivolto accuse di servilismo, convenienza ne altre a chi su questa faccenda manifestava un idea diversa dalla mia ma ho cercato di rispondere sempre con argomenti "probanti".
    Tu, aldilà di ciò che mi rispondi, dai degli ingenui e anche dei complici (lo ripeto) non solo a quelle persone con le lenzuola ma anche a quelli del Comitato ed è un peccato.
    Comunque io credo che tu esprima quelle parole in modo un pò spensierato, perchè sei una persona buona e sempre disponibile al confronto e in ragione di ciò ti perdono :-)
    Cari Saluti.


    p.s.: nel Comitato ci sono anche ex DC....che venissero strumentalizzati da Andreotti o Cossiga? Lo sai che mi sta venendo un dubbio?

  • Massimo Boccucci 2014-12-10 alle 18:43:25

    SCAVIZZI E VANTAGGI: Ma guarda che casino per aver chiesto di rendere pubbliche le cariche e rendere pubblico l'elenco degli aderenti al Comitato! Non si fa prima ad assecondare una richiesta di trasparenza? Tutti i perniciosi ragionamenti che sono seguiti - per eludere la richiesta - mi sembrano fuorvianti più delle mie articolate repliche. Torno alle origini: è possibile conoscere le cariche e l'elenco degli aderenti al Comitato? Sul resto non rispondo per evitare il tira e molla senza fine. Io faccio il giornalista. Altri fanno altro...

    • Giovanni Vantaggi 2014-12-10 alle 19:04:29

      Massimo................... HAI RAGIONE!!!!
      Sul FARE il giornalista ed ESSERE GIORNALISTA... ne passa e tu ne sei un esempio ottimo come dici tu stesso: FAI il giornalista!
      Quando ci sono i convegni, vacci (questo è essere giornalista), non scrivere su cose che non hai visto nè sentito ma solo riferite!
      Ti ricordo che ESSERE GIORNALISTA significa essere al servizio della comunità per INFORMARE (essere PROFESSIONISTA DELL'INFORMAZIONE) non per sparare sentenze, quello non è giornalismo ma puro e semplice GOSSIP!
      Buon Natale a te e famiglia.

  • Giovanni Vantaggi 2014-12-10 alle 18:33:54

    Boccucci ha scritto:
    VANTAGGI: Strano: tu sei uomo di parte - nel senso che hai assunto impegni in contesti associativi e politici di fazione (sia chiaro nulla da ridire...) - e dunque non sei propriamente indicato a parlare di obiettività (specie se rapportato a una professione) nel momento in cui guardi e interpreti le situazioni con la tua prospettiva, rispettabilissima quanto personalissima. Io non vado oltre - finora e penso anche in seguito - alla tessera dell'Avis (perché obbligatoria, altrimenti m'interessa soltanto l'atto di donazione in sé), Admo, Aido e quella dei Santubaldari (fino a qualche anno fa). Ho anche la tessera professionale dell'Ordine dei Giornalisti. Finisce qui. Mai iscritto ad associazioni, men che meno a partiti o liste civiche, mai candidato (e dunque soggetto di parte in istituzioni).

    Caro Massimo che centra tutto il tuo panegirico sul fatto che se fossi stato presente al convegno del 23 avresti visto e "toccato" in carne ed ossa le persone del comitato!
    Proprio non riesco a capire il senso del tuo discorso, ma una cosa l'ho capita: perchè sei favorevole alla vetrificazione delle Logge, ti servono questi vetri enormi, per continuare ad allenarti ad arrampicartici... come fai con le tue farneticazioni (fai un tale minestrone tra AVIS, ADMO, AIDO, Santubaldari e Liste Civiche, per cui FARNETICAZIONI è l'unica parola che riesco a trovare).
    Un consiglio... qualche volta stai con i piedi per terra ...non è un vetro... ma la realtà è lì e servono occhi senza paraocchi e testa, pensante, per cercare di capirla!

  • Massimo Boccucci 2014-12-10 alle 13:26:24

    SCAVIZZI: Caro Ubaldo Emanuele... liste di proscrizione? Se si arrivano a usare queste espressioni... si ha magari più il timore che invece delle Logge si debba parlare di una Loggia? Una libera associazione, un comitato che si pone degli obiettivi, credo che non debba avere alcun timore di rendere pubblico l'elenco dei propri aderenti. Anzi. E te lo dice uno che quotidianamente ci mette la faccia e non si è mai nascosto. Non ho mai avuto paura di fare un mestiere difficile, né delle mie idee. Ho vissuto in una città dove - e tu dovresti saperlo benissimo perché facevi parte di quella maggioranza politica - se scrivevi bene del Padrone (quello che agiva da tale senza portarne il nome!) era un conto e sennò toglieva perfino i giornalisti sgraditi non allineati dalle mailing list del Comune (dunque del servizio pubblico). Non parlare di omertà etc etc... Non lo fare, per favore. Sai che ti porto rispetto e amicizia, ci conosciamo da una vita e sai anche cosa accadde - lo cito per rinfrascare a entrambi la memoria e rendere partecipe chi vorrà - quando hai proposti - con altri autorevoli intellettuali eugubini - la possibilità di cambiare Regione passando dall'Umbria alle Marche e i tuoi stessi Compagni di Avventura ti bollarono apertamente come "matto" (per non dire di peggio). Io per esempio - ricordo benissimo - ebbi modo di dare molto risalto a quella tua proposta. Parlare di liste di proscrizione e di omertà in questo caso mi pare del tutto fuori luogo. Un Comitato si impegna, si mobilita, si espone e dunque è normale che ci metta la faccia. Anche rendendo pubbliche le cariche e gli aderenti.

    VANTAGGI: Strano: tu sei uomo di parte - nel senso che hai assunto impegni in contesti associativi e politici di fazione (sia chiaro nulla da ridire...) - e dunque non sei propriamente indicato a parlare di obiettività (specie se rapportato a una professione) nel momento in cui guardi e interpreti le situazioni con la tua prospettiva, rispettabilissima quanto personalissima. Io non vado oltre - finora e penso anche in seguito - alla tessera dell'Avis (perché obbligatoria, altrimenti m'interessa soltanto l'atto di donazione in sé), Admo, Aido e quella dei Santubaldari (fino a qualche anno fa). Ho anche la tessera professionale dell'Ordine dei Giornalisti. Finisce qui. Mai iscritto ad associazioni, men che meno a partiti o liste civiche, mai candidato (e dunque soggetto di parte in istituzioni).

    COMITATO: In attesa che il Comitato renda pubblico l'elenco delle cariche e degli aderenti, non considero certo una "minaccia" la documentazione da cui potrebbe scaturire un vostro articolo. Magari fatelo scrivere da chi si è già lkargamente "adoperato" da giornalista per perorare cause associative specifiche (!) dimenticandosi del ruolo per fare l'agit-prop oltre che il portavoce di Tizio o Caio (o emanazione di Tizio e Caio!). Non ho problemi. Attendo serenamente. I miei articoli sono di dominio pubblico. Magari certi comportamenti (sul piano deontologico professionale) molto meno e allora ci si potrebbe pure divertire. Perché no?

    • Ubaldo Emanuele Scavizzi 2014-12-10 alle 15:19:01

      Caro Massimo, la vicenda da te ricordata della mia (e di altri) proposta di cambio di Regione della nostra città, sta a dimostrare proprio quello che vado dicendo da tempo, e cioè che c'è nella nostra Umbria un intreccio di interessi economico-politici (di tutti i colori) che rende estremamente difficili cambiamenti come questo, che vanno a toccare posizioni e rendite consolidate (nel pubblico, esattamente come nel privato). Del matto, l'avrebbero dovuto dare anche ai cittadini dei 7 comuni dell'Alta Val Marecchia che qualche anno fa hanno portato felicemente a termine la procedura per passare dalle Marche all'Emilia Romagna. Lì, evidentemente, la situazione è diversa. Questo, però, non capisco cosa c'entri con la questione di cui si parla in questo articolo. Tu parli di "censura" (senza usare esplicitamente questo termine), riferita agli anni 2001-2006 in cui fui consigliere comunale (anche se io non ho mai censurato nessuno e - come te - ci ho sempre messo la faccia), ma potrei parimenti risponderti che i comunicati del nostro Comitato sono ignorati (eufemisticamente parlando) da quasi tutta la stampa locale (Blog di Live Gubbio escluso, naturalmente, sennò non potremmo essere qui a parlarne); 1-1, per usare la simbologia di quel calcio a te tanto caro da sempre. Qualche volta, vengono pubblicati articoli dei singoli componenti, ma quando non toccano determinati interessi economico-politici, o comunque non sono percepiti come ostili. In quest'ultima tipologia si può forse inserire, anche se si tratta di ben 13 anni fa, il risalto mediatico dato alla mia proposta di cui sopra. Per quanto riguarda il resto, non serve ribadire. Tutti sanno di cosa parlo. Da ultimo, vieni alle iniziative del Comitato di cittadini (a proposito, mi pare che non sia stato ripristinato il divieto di riunione, o no?): potrai vederci, fotografarci e soddisfare la tua curiosità. Stammi bene.

  • Massimo Boccucci 2014-12-10 alle 12:34:56

    COMITATO: il 24 marzo 2001 ho riportato un fatto descrivendo una situazione oggettiva e intuendo un umore popolare che di lì a breve si sarebbe tradotto in oltre 11mila preferenze alle elezioni con il successo alle elezioni che nessuno immaginava. Io lo chiamo esercizio e intuito giornalistico. A dimostrazione di un'attività giornalistica sempre improntata (con tutti i limiti sia chiaro perché errare umanum est) alla verità sostanziale dei fatti, ho riportato i fatti verificatisi negli anni successivi evidenziando quanto accadeva fino a intuire talune evoluzioni (credo di essermi spiegato senza addentrarmi oltre).
    Ma resto fermo su un punto: il Comitato intende rendere pubblico l'elenco dei propri aderenti?
    A questa domanda non si legge risposta spostando il tiro un pò qua e un pò la....
    Il Comitato (non vorremmo che fosse come il famoso comitato di Guardì-Macalli che a un certo punto... manda la pubblicità..,) può estrapolare articoli oppure parte di essi senza alcun problema: io firmo gli articoli e ne rispondo senza alcun problema.
    E' singolare che si sfugge alla sostanza del presente agitando presunti (fantasiosi) fantasmi del passato. E' ancor più curioso rammentare mie scritti di 13 anni fa sull'attuale consiglirre regionale Goracci: dovrebbe il Comitato esserne felice e riconoscersi magari ancora oggi (!) visto che Goracci è un dichiarato sostenitore delle cause del Comitato. Dunque, quell'estratto di uno del 1.500 articoli circa che scrivo ogni anno dovrebbe piacere al Comitato oggi come allora...

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-10 alle 12:41:36

      Le ha già risposto esaurientemente Scavizzi.
      Per quanto riguarda i suoi articoli di 13 anni fa ci siamo ampiamente documentati e magari potrebbe essere materia per un nostro articolo.

  • Josè Mourinho 2014-12-10 alle 12:29:51

    Scavizzi, via su....sei stucchevole!!

  • Francesco Gagliardi 2014-12-10 alle 10:51:34

    L'intervento di Scavizzi, oltre che ingeneroso, è anche patetico.
    La dimostrazione del "teorema della protezione": ci sono loro, baldi guerrieri, a difendere la comunità. Paure, sospetti, ritorsioni. Questo clima ha garantito a pochi di godersi un posto al sole a spese dei cittadini.
    False catene per false libertà.

    • Ubaldo Emanuele Scavizzi 2014-12-10 alle 11:08:56

      Di quali posti al sole parla, Avvocato? Questo sì è patetico. Ma gli Eugubini lo sanno bene: il clima è quello creato da coloro che lei difende ed appoggia e da chi fa finta di essere dall'altra parte del tavolo, a Perugia come a Roma. Legittimamente, certo, com'è legittimo che esista chi non è d'accordo; ciò che non è legittimo è che chi non è d'accordo sia additato come un clown che si atteggia a baldo guerriero (e non c'entra nulla il mio nome). Finché non saranno create liste di proscrizione "alla luce del sole". Quelle nascoste ci sono già da anni e da anni esercitano il loro nefasto effetto sui cittadini. Compilate da chi - come detto sopra - è presente su entrambe le facce di una stessa medaglia, come in altro luogo, a Roma, sta venendo alla luce in questi giorni.

  • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-10 alle 08:57:59

    In riferimento a quanto scritto da Boccucci alle 23.15, considerato che i suoi “articoli sono già pubblici perché pubblicati. Sono già noti, non coperti da alcun riserbo” ripubblichiamo un piccolo “assaggio” di come esponeva i FATTI nel 2001.
    Riferendosi a Orfeo Goracci Sabato 24 marzo 2001 scriveva: “UOMO TUTTO D’UN PEZZO CHE GODE DI STIMA DIFFUSA SUL PIANO PERSONALE ANCHE TRA CHI COMUNISTA NON È STATO MAI.”
    Quell’ UOMO TUTTO D’UN PEZZO è un fatto o un’opinione?
    Un giornalista asettico avrebbe forse scritto: “Il candidato Goracci gode di stima sul piano personale anche tra chi comunista non è stato mai.

  • Massimo Boccucci 2014-12-09 alle 23:15:19

    COMITATO: I miei articoli sono già pubblici perché pubblicati. Sono già noti, non coperti da alcun riserbo. Dunque, io non devo produrre proprio nulla. Se ritenete che i miei articoli siano meritevole di analisi sta a voi citare quali e possibilmente spiegare cosa del contenuto non corrisponde alla verità sostanziale dei fatti. Voi continuate a menare il can per l'aia: la vostra associazione è pubblica? Potete rendere pubblico l'elenco degli aderenti? Queste domande - se ritenete - potrebbero meritare una risposta. Alla vostra questione sugli articoli ho esaustivamente risposta, osservando come sia curioso chiedere conto di articoli che sono già stati pubblicati e dunque pubblici.

    • Giovanni Vantaggi 2014-12-10 alle 07:57:57

      Caro Massimo, cerca ogni tanto di essere obbiettivo, dico solo ogni tanto!
      Basta che fossi stato presente nella sala 300sca domenica 23 novembre, ma tu, ci dici che eri fuori per altri impegni... ma SAI BENISSIMO, che avresti VISTO e SENTITO chi fa parte del Comitato, IN CARNE ed OSSA.
      Verba volant FACIES restant! e non ci credo che i "tuoi informatori", di cui ti vanti, essere fonti attendibili, ti avranno sicuramente edotto, visto che, se non erro hai scritto anche un articolo proprio sul convegno.

    • Ubaldo Emanuele Scavizzi 2014-12-10 alle 10:34:11

      Liste di proscrizione, questo chiedono Boccucci e Gagliardi. Liste come quelle di sillana memoria, ben sapendo, ma facendo finta di non sapere, che a Gubbio la gente ha paura di esporsi, un po’ per un atavico istinto di autodifesa derivante da secoli di dominazione pontificia, i cui metodi di coercizione delle coscienze sono storicamente ben noti, ma molto più perché hanno timore di essere danneggiati nell’attività da cui traggono il pane quotidiano, in un luogo dove tutto è controllato e tutto filtrato.
      In altra occasione ho detto che Gubbio è divenuto un luogo omertoso e spaventato. E solo in minima parte per colpa degli spaventati e degli omertosi. Questo modus vivendi permea tutto, finanche le dinamiche che portano alla scelta dei protagonisti della festa dei Ceri.
      Chi fa finta di non saperlo, è palesemente in mala fede.
      Per questo motivo, moltissime persone chiedono a noi pochi che abbiamo sempre avuto il coraggio di metterci la faccia, pur essendo quasi sempre dalla parte di Davide e non di Golia, di parlare anche a nome loro, senza esporli. E noi, con grande fatica e sacrificio personale, lo facciamo. Venite ai nostri incontri, o fatevi riferire dai vostri sempre presenti informatori e saprete chi siamo; lì parliamo senza indossare passamontagne o maschere. Lì avete potuto e potrete vederci.

  • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-09 alle 21:36:59

    Alle ore 17.58 Massimo Boccucci ha scritto: “Credo che il Comitato possa avere tutto l'interesse a rendere pubblico l'elenco dei propri iscritti non avendo nulla da nascondere, giusto?”
    Alle ore 21.36 il Comitato scrive:” Crediamo che Boccucci possa avere tutto l’interesse a rendere pubblico l’elenco dei suoi articoli scritti su Tutto Gubbio nel Maggio 2001 non avendo nulla da nascondere, giusto?”

  • Francesco Gagliardi 2014-12-09 alle 20:55:51

    Caro Alessandro,
    mi ripeto: se buona parte di quella persone che reggevano le lenzuola la sera della presentazione del progetto Logge presso l'Unicredit fanno parte del comitato, Rifondazione Comunista è ben rappresentata!
    Ecco, queste persone non sono gli ingenui a cui alludevo.
    Spero di essermi "schiarito" una volta per tutte.

  • Alessandro Passeri 2014-12-09 alle 20:32:18

    Caro avvocato ti "liscio" da una parte e qui ti ammonisco.

    "sono convinto che il fronte del no sia stato strumentalizzato per il solito attacco ad personam. Dunque, soggetto passivo di un'azione"

    Questa frase ha un senso diverso da quella riportata nell'intervista.

    Comunque dovresti spiegare bene chi è il fronte del no, chi è che strumentalizza e per quali fini lo fa e chi sono gli ingenui che si fanno strumentalizzare.
    Poi hai detto "più o meno consapevolmente strumentalizzato", quindi non è detto che questi ingenui siano così passivi ma forse anche consapevoli e quindi non ingenui ma complici.

  • Massimo Boccucci 2014-12-09 alle 19:13:32

    COMITATO: Si può eludere con una battuta ma la questione rimane: perché il Comitato non rende pubblici i nominativi dei suoi iscritti? Penso che una associazione culturale possa rendere pubblici i propri aderenti, no? Gradirei parlare di questo e non di congetture...

    • Alessandro Passeri 2014-12-09 alle 20:43:15

      Farebbe una magra figura.
      Del sostegno di Rifondazione non c'è traccia, ma se ci sostenesse accetterei volentieri, come lo accetterei da Forza Italia, NCD o Fiamma Tricolore.
      L'onere della prova sta a lei che accusa e in modo molto poco carino e deontologicamente non corretto.
      Dice di riportare i fatti aldilà delle opinioni, bè dove sono i fatti?

  • Leo Alberti 2014-12-09 alle 18:23:39

    Perché qualcuno deve mandare tutti i suoi dipendenti a Fano a ripulire il mare?

  • Massimo Boccucci 2014-12-09 alle 17:58:21

    COMITATO: Curioso: il Comitato è un soggetto associativo registrato e dunque pubblico (a meno che trattasi di "club molto privé") e chiede a soggetti esterni (giornalisti o chi altri) di "indagare". Strano. Molto strano. A me piace scindere le cene di compagnia dalla professione. Credo che il Comitato possa avere tutto l'interesse a rendere pubblico l'elenco dei propri iscritti non avendo nulla da nascondere, giusto?

    • Maria Grazia Fiorucci 2014-12-09 alle 18:57:43

      Massimo, in effetti si tratta di un Club molto privé, talmente privé che la mia foto delle Logge in notturna, pubblicata diverse volte su questo sito, ma anche su Repubblica.it e su Il Manifesto, è stata recentemente utilizzata, non so da chi, per pubblicizzare su “Dillo all’Eugubina” il Red Lodges, un albergo molto privé.

  • Massimo Boccucci 2014-12-09 alle 17:40:42

    COMMENTO: Il Comitato renda pubblico l'elenco completo degli aderenti e tutti valuteranno. Serenamente.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-09 alle 17:47:13

      Questo compito lo lasciamo ad un bravo e informato giornalista.
      Comunque, se ci invita a cena, veniamo tutti anche da lei, così ci può fotografare e intervistare.
      Pensi quanti interessanti articoli sul "Messaggero" e su "Gubbio 15 giorni"!

  • Massimo Boccucci 2014-12-09 alle 17:29:41

    COMITATO: Facciamo così: nel vostro caso sostegno di Rfiondazione Comunista (pubblico e privato) e condivisione (pubblica e privata) coincidono. Rafforzativo.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-09 alle 17:33:38

      BOCCUCCI, le abbiamo chiesto di fare i nostri nomi e dividerci per appartenenza, così si potrebbero rafforzare le sue teorie.

  • Francesco Gagliardi 2014-12-09 alle 17:10:46

    S'è sparsa la voce sulla cucina calabra.... Quando volete!

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-09 alle 17:17:56

      Ottima cucina! Attendiamo la comunicazione con il mese, il giorno, l'ora e la "location" .

  • Francesco Gagliardi 2014-12-09 alle 16:47:19

    Caro Comitato,
    non era attesa alcuna mia ammissione; le soluzioni da voi prospettate sono state esaustivamente spiegate, con gli scritti e oralmente negli incontri pubblici.
    Vi piace ingenerare il dubbio che le mie argomentazioni siano mosse da una sorta di captatio benevolentiae: questo non vi fa onore.
    Controbatto: pubblicate tutti i nomi degli aderenti al vostro comitato, così mi faccio un'idea chiara di chi veramente siete....

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-09 alle 17:05:00

      Alcuni di noi li ha conosciuti personalmente. Altri sono intervenuti nel dibattito pubblico, senza maschere sul volto, nella Sala Trecentesca. Almeno una decina eravamo presenti nella conferenza stampa del Sindaco presso la Sala degli Stemmi.
      L'elenco è lungo e prenderebbe troppo spazio, però... se ci invita a cena veniamo tutti...

  • Massimo Boccucci 2014-12-09 alle 16:44:00

    COMITATO: Sostenere sta per appoggiare e condividere. Rfiondazione lo ha fatto, fin dall'inizio, e continua a farlo: non credo peraltro di aver fatto alcuna "annotazione" al riguardo e non capisco peraltro questa vostra reazione quasi... a prendere le distanze (!). Prego di non travisare o interpretare il mio intervento ma di leggerlo per quello che c'è scritto.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-09 alle 17:14:29

      BOCCUCCI, sostenere e condividere non hanno lo stesso significato.
      Potremmo dire che due ubriachi si SOSTENGONO a vicenda.
      Non potremmo dire che due ubriachi si CONDIVIDONO a vicenda.

  • Massimo Boccucci 2014-12-09 alle 14:10:49

    Il Partito del No è attivissimo da lunghi anni: si tratta di quel partito che, al di là dei voti se vogliamo tradurlo in forza rappresentata nelle istituzioni sotto mentite spoglie sia che governi o stia all'opposizione, che rende immobile la città, la fa avvinghiare su se stessa non si sa bene se in nome della tutela-difesa o del conservatorismo che soffoca, impedisce di crescere, riduce spazi e possibilità di accrescere lòe opportunità anche economiche (specie in tempi di crisi). E' un partito che si mobilita a intermittenza e - guarda caso - annovera nella propria schiera i "soliti noti" di chiara matrice e provenienza anche culturale-ideologico-politica. Il Partito del No è quello delle battaglie a orologeria e a piacimento, incurante se conduce una battaglia per una cosa e non la conduce (oppure lo fa a scoppio ritardato a posteriori) per un'altra che è simile, identica o anche peggiore. E' un partito che si specchia nel popolo, chiamando a turno qualche supporters esterno a pontificare e sostenere ignaro di cosa sovente vi sia dietro (ce ne possono essere in una direzione o nell'altra, ma soprattutto c'è una maggioranza spesso silenziosa che assiste). E' un partito che lascia indietro Gubbio in nome di qualcosa di astratto e molto parolaio più che di prospettiva. Non serve indicare chi ne faccia parte. Lo si capisce...
    Al Comitato avanzo una sottolineature: Rifondazione Comunista merita il primo posto tra i citati perché per verità è stata la prima a sostenere il Comitato, anche con presenze attive all'interno. E' ingeneroso citarla per esempio dopo il Movimento 5 Stelle che si è unito successivamente. Non vorremmo rispolverare il grande Andreotti sul pensar male...

    • Gianluca Sannipoli 2014-12-09 alle 14:23:47

      A Massimo, effalla finita!

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-09 alle 15:47:53

      BOCCUCCI FUORI I NOMI.
      Visto che è così informato sul nostro Comitato abbia la compiacenza di dire chi di noi (nomi e cognomi) ha votato chi.
      Siamo costretti a ripetere fino alla nausea che Rifondazione non ci ha mai SOSTENUTO, nel senso di SOSTENERE.
      Se CONDIVIDE le nostre idee, come le tante persone che quotidianamente ci esortano a continuare nella tutela di questo monumento e dell’intero centro storico, ne siamo felici.
      La prossima volta, per accontentarLa, l’elenco lo faremo in rigido ordine alfabetico.

  • Francesco Gagliardi 2014-12-09 alle 13:28:44

    Caro Comitato,
    credo vi sia sfuggita la logica delle parole. Lo stralcio dell'intervista rilasciata a Massimo Bocucci da voi riportato ha un significato inequivocabile: sono convinto che il fronte del no sia stato strumentalizzato per il solito attacco ad personam. Dunque, soggetto passivo di un'azione.
    Non compete a me decidere se anche voi facciate o meno parte del fronte del no. Avete illustrato dettagliatamente la vostra visione delle cose, visione che rispetto pur non condividendola.
    Semmai, una mancanza di rispetto avete avuto voi nei miei confronti. Non è mia abitudine "allisciare" nessuno, perché - col dovuto contegno - dico sempre quello che penso. A chiunque.

    • Comitato Beni Culturali Gubbio 2014-12-09 alle 16:35:15

      Avvocato, come Lei stesso ammette, abbiamo dettagliatamente illustrato la nostra visione delle cose e, nella visione delle cose del Comitato non sono contemplati attacchi ad personam.
      Abbiamo semplicemente una diversa visione su come rivitalizzare e rendere di pubblico godimento l’antico opificio.

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it