Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Mercoledì 21 Febbraio 2018

i più apprezzati

  • Lupini

    IL CONSIGLIERE COMUNALE PAVILIO LUPINI INTERVIENE IN MERITO ALL'ASSOLUZIONE DELL'EX SINDACO ORFEO GORACCI E DELLA SUA GIUNTA DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI

    Dal blog di Gubbio Libera
    Live Gubbio

    DANNO ERARIALE: ASSOLTI GORACCI & C. CHI PAGA?

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    Tanto per smentire il luogo comune della buona gestione amministrativa locale del centrosinistra: il Caso Terni

    Dal blog di Fabio Graziani
  • ANGELO PERUZZI VENERDI' AL LICEO "MAZZATINTI"

    Dal blog di Live Gubbio

    ALLARME A TORRE: LADRI NELLA STESSA CASA IN DUE MESI

    Dal blog di Live Gubbio
$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2015-04-27 alle 18:07:26

Tags: candidatura, Giuseppe, Biancarelli, Gubbio, elezioni, regionali, Umbria, piu, uguale

'Una politica a basso costo che rappresenti le esigenze di tutti i territori'

Biancarelli e Stirati

Politica

E' stata presentata ufficialmente nel primo pomeriggio di oggi, lunedì 27 aprile, la candidatura di Giuseppe Biancarelli alla carica di consigliere regionale all'interno della lista “Umbria più uguale” che fa parte della coalzione che sostiene Catiuscia Marini.

Oltre allo allo stesso Biancarelli, nei locali di Santa Lucia sede del movimento politico “Liberi e Democratici”, era presente anche il sindaco Filippo Mario Stirati.

“La lista è 'Umbria più uguale' – ha affermato il primo cittadino in apertura di ocnferenza - ha una duplice valenza: da un lato vuole dare risposte ai diversi territori della regione, in primis il nostro, perché con le prossime politiche che attuerà la Regione sappia interpretare vocazioni e aspirazioni di tutti; dall'altro c'è la volontà di difendere le giovani generazioni, lo stato sociale e le fasce più deboli.

C'è la necessità – ha proseguito Stirati - che la Regione, al fine di creare veramente nuove imprese e quindi opportunità di lavoro, investa molti milioni di euro nei prossimi anni, in modo da poter dare una prospettiva concreta ai nostri giovani, e tra i punti cardine, naturalmente, escludiamo anche la possibilità di bruciare il Css nei cementifici.

La candidatura di Biancarelli quindi si inserisce in questa visione d'insieme, all'interno di una coalizione, quella che sostiene Catiuscia Marini, in cui vogliamo essere per certi versi 'scomodi', nel senso di voler rappresentare un pungolo continuo ad operare bene, puntando a dare una visione aperta, non chiusa, della politica, proprio come abbiamo fatto a Gubbio, e siamo fermamente convinti che in queste elezioni c'è la sostanziale possibilità di eleggere il nostro candidato.

E' vero – ha continuato il sindaco - che Gubbio è stata trascurata dalla Regione negli ultimi anni, ma dipende anche da noi e da quanto sappiamo proporre ed incidere a livello decisionale. Su questo siamo molto critici riguardo a chi ci ha rappresentato in Regione nell'ultimo quinquennio, perché non si può solo fare opposizione ad oltranza oppure sottostare supinamente a quelo che il consiglio regionale decide. La questione delle aree interne, 'riacciuffata' da noi come amministrazione comunale eugubina all'ultimo momento, e la vicenda di Don Matteo parlano chiaro, e anche nel caso della fortunata fiction televisiva è merito della nostra amministrazione, non dei consiglieri reginali attuali, se per lo meno riusciamo ancora ad avere voce in capitolo guardando al futuro.

Con questa candidatura quindi vogliamo chiudere un cerchio importante, con le stesse motivazioni di un anno fa, allo scopo di avere una presenza concreta e capace in consiglio regionale che possa garantire a Gubbio le opportunità che merita. Puntiamo su Giuseppe Biancarelli perché è persona capace, competente e onesta, agli eugubini quindi dico di non lasciarsi sfuggire questa opportunità, sapendo che il nostro candidato ha possibilità concrete di essere eletto”.

La parola è quindi passata a Giuseppe Biancarelli: “Siamo tornati simbolicamente in piazza Oderisi – ha spiegato - e nonostante domenica 26 aprile la giornata non fosse troppo felice c'era comunque tantissima gente, un segno già molto buono che ci dà grande fiducia.

Vogliamo dire alla città di Gubbio che questo è il vero voto utile per la nostra comunità, e il primo mesaggio che vogliamo mandare è altrettanto chiaro: sarà una campagna elettorale sobria, in mezzo ai cittadini, perché vogliamo una politica a basso costo che abbia rispetto per le persone.

La politica non deve essere fatta da personaggi che la prendono come un mestiere, deve essere un servizio disinteressato per il bene della collettivita, e il primo confronto, se sarò eletto, lo proporrò proprio sulla riduzione dei costi della politica, un punto sul quale ho creduto fermamente anche quando mi sono insediato come presidente del consiglio comunale di Gubbio, visto che mi sono dimezzato le indennità lasciando nelle casse del Comune più di diecimila euro.

Ci tengo a sottlineare – ha proseguito biancarelli – che a Gubbio il centro sinistra è quello creato attorno a noi, non attrono al PD locale, che non sa in quale direzione andare. Il nostro obiettivo è esportare il modello dell'anno scorso su scala regionale, e visto che gli eugubini già docici mesi fa hanno dato prova di grande democraticità, sono convinto che lo faranno anche in questa occasione.

Di certo non si può pensare di dimenticare quanto accaduto con il commissariamento della città, è chiaro quindi che il maggiore dirigente del PD di quel periodo, ovvero il consigliere regionale Smacchi, non può essere credibile al momento della sua ri-candidatura. I non risultati degli ultimi cinque anni sono sotto gli occhi di tutti, dal finanziamento legato al Puc2 restituito alla Regione per mancanza di una progettazione seria, alla quastione del Puc1 di San Pietro, tutte cose che fortunatamente siamo riusciti a rimettere in piedi grazie al sindaco Stirati e alla attuale amministrazione.

Quanto ai punti programmatici – ha affermato quindi Biancarelli – lavoreremo sulla viabilità, a partire dalla strada della Contessa fino alla Pian D'Assino, ma vogliamo anche a difendere i servizi socio sanitari e adoperarcidi per ottenere importanti fondi europei, da utlizzaee per creare veramente innovazione e nuove opportunità di lavoro. Puntiamo molto poi sull'agricoltura e sull'ambiente, che negli anni passati non è stato oggetto, purtroppo, di una specifica politica relativa alla manutenzione e al rispetto di tutto ciò che ci circonda, ma vogliamo impegnarci a fondo anche sullo sviluppo turistico, e il primo tema su cui lavorare subito dopo le elezioni deve essere il Giubileo della Misericordia indetto da Papa Francesco.

Vogliamo rappresentare quindi – ha concluso Giuseppe Biancarelli - un centro sinistra civico, che rappresenti in Umbria tutti i territori e le loro esigenze, consapevoli del fatto che il nostro è l'unico voto utile per la città di Gubbio”.

Commenta l'articoloSCRIVI

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it