Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Mercoledì 16 Agosto 2017

i più apprezzati

$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2017-01-30 alle 19:16:53

Tags:

SOTTO CHOC PER LA TRAGEDIA DI PIAZZA GRANDE

Cronaca

Ha provocato sgomento e sconcerto quanto accaduto oggi intorno a mezzogiorno quando un giovane è caduto nel vuoto dal muretto sotto le loggette del palazzo dei Consoli in fondo a piazza Grande fin nella sottostante via Baldassini. Una scena tragica quando il ragazzo che avrebbe compiuto 28 anni il prossimo 12 ottobre e faceva il meccanico in un’officina di una concessionaria di auto cittadina, è finito riverso a terra dopo un volo di una decina di metri. Lo ricordano in tanti, anche a Monteleto dove viveva, come un ragazzo tranquillo con amici e affetti che rendono più complicato spiegare quanto è successo (non avrebbe lasciato messaggi e l'avrebbero visto sedersi sul muretto). La tragedia ha rischiato di avere conseguenze ben più gravi perché quando il giovane è precipitato, in via Baldassini c’era il transito regolare di persone e auto. Poco è mancato che cadendo a terra prendesse in pieno un passante che ha sentito un forte colpo e si è voltato rendendosi conto sotto choc dell’accaduto. Sul posto sono intervenuti il capitano Pier Giuseppe Zago, i vigili urbani e i sanitari del 118 che hanno constatato il decesso sopraggiunto praticamente sul colpo, mentre la via è stata chiusa al traffico in attesa del magistrato. La vicenda riporta alla memoria l’incidente del giugno 2011, costato la vita all’allora ventenne Riccardo Monacelli che perse l’equilibrio sul muretto della piazza precipitando nel vuoto nonostante un disperato tentativo di aggrapparsi. La famiglia di Riccardo e gli amici che hanno costituito l’associazione “Insieme” per onorarne la memoria con tante iniziative rivolte ai giovani e alla città, si sta battendo da allora perché venga messo in sicurezza il muretto di piazza Grande, compreso il proseguimento sotto le loggette del palazzo dei Consoli. Dapprima il sindaco Diego Guerrini e poi il commissario straordinario Maria Luisa D’Alessandro avevano messo a punto, attraverso l'operatività di una commissione tecnica che ha coinvolto anche la Soprintendenza, un sistema di protezione con una rete speciale. L’associazione “Insieme” con la famiglia Monacelli aveva anche garantito il sostegno economico per concretizzare l’operazione. Era stata effettuata la gara d’appalto, con la cooperativa locale Corinzi 13 in grado di presentare l’offerta migliore, ma nel 2014 con la Giunta Stirati l’appalto è stato revocato tra la diffusa delusione e non poche perplessità, anche di ordine burocratico-amministrativo. La condizione di pericolosità finisce per coinvolgere pure chi transita in via Baldassini e in occasione della festa dei Ceri la gente che siede in massa sul muretto. Il consigliere regionale Andrea Smacchi del Pd ha parlato di “una nuova tragedia che macchia un luogo simbolo della città e le istituzioni devono fare tutto il proprio dovere per evitare il ripetersi di questi eventi. È necessario che ogni livello istituzionale lavori per far sì che il muretto di piazza Grande possa essere messo in sicurezza senza alterare o compromettere la struttura architettonica o l'impatto visivo”.

Commenta l'articoloSCRIVI

  • rita aiosa 2017-02-02 alle 09:47:57

    Come mai questo silenzio assordante.................. (Rita Aiosa)

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it