Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Venerdì 20 Ottobre 2017

i più apprezzati

$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2017-03-17 alle 12:19:33

Tags:

TIENE BANCO LA VICENDA FATTURE. MAGI VERSO L'ACCORDO FINO AL 2019

Attualita

Sono ben 253 le fatture - riporta oggi il Messaggero -, considerate fittizie e con l'Iva non versata, per un ammontare di 1.224.807,90, finite nell'inchiesta “Fitness & C” condotta dai finanzieri della Tenenza eugubina con il coinvolgimento del Gubbio calcio e di altre otto tra associazioni sportive e aziende. Queste fatture risultano emesse dal 10 settembre 2010, nella stagione della promozione dei rossoblù in Serie B, al 14 maggio 2014 quando la squadra stava in Lega Pro e dopo qualche mese il club sarebbe passato di mano da Marco Fioriti, in carica dal 2006, all'attuale presidente Sauro Notari. Le fatture marchiate come false per creare liquidità in nero sono nell'atto di sequestro preventivo, disposto dal Gip Valerio d'Andria, di 1.042.766,26 euro all'A.S. Gubbio 1910 Srl (633.964,07 a Notari difeso dall'avvocato Giancarlo Viti, 408.802,60 a Fioriti tutelato da Giuseppe Caforio, e 45.926,35 al dipendente Fabio Cecchetti difeso da Mario Monacelli), quindi 48.770 euro alla Edilceramica Eugubina Srl e 1.428 euro alla F.E.M. Costruzioni Srl. Gli indagati stanno vagliando gli eventuali ricorsi al Tribunale del Riesame. Sono 14 le persone indagate a vario titolo: il ruolo dell'ex direttore sportivo Stefano Giammarioli (oggi alla Cremonese) è legato all'associazione sportiva GB02, così come Roberto Frizza dell'associazione sportiva dilettantistica Fitness Center Asd ((dalla sua palestra è partita tutta l'inchiesta: è difeso da Annalisa Vitaloni), Roberto Di Bacco della Edilceramica Eugubina Srl (assistito da Francesco Maria Falcinelli) con il dipendente Pietro Piccotti (difeso da Tiziana Zeppa), quindi Stefano Sordi, Altin e Fatmir Beqja, Alessandra Cavalieri tutti residenti a Castiglione del Lago, Erminio Cavaliere a Perugia, Francesco Olivares a Napoli e Mario Borrelli a San Giovanni Valdarno. Nel giro delle fatture figurano anche la S.F. Castiglione del Lago Asd, Arezzo Sport Srl, Olivares Sport Sas di Francesco Olivares & C e la società il Vecchio Mattone. Il presidente Notari non ha responsabilità diretta nelle fatture ma deve rispondere di aver sottoscritto, quando è entrato in carica il primo ottobre 2014, della dichiarazione Iva e ai fini delle imposte dirette riferita alla stagione 2013-2014. Ieri pomeriggio Notari, con il direttore sportivo Giuseppe Pannacci, ha parlato ai giocatori negli spogliatoi al Barbetti tranquillizzandoli sulla vicenda, dopo che mercoledì sera era andato a cena con Beppe Magi, come previsto e presente Pannacci, per parlare del prolungamento fino al giugno 2019 del contratto dell'allenatore gettando le basi per rafforzare il rapporto di fronte ai brillanti risultati della squadra. Il club rossoblù in un comunicato ha evidenziato che “si tratta di accertamenti che non hanno alcuna ripercussione sul campionato né sulla attività della società”, e che sul piano fiscale “si riferiscono in gran parte a imposte il cui pagamento è stato rateizzato ed è regolarmente in corso, e a cui società continuerà ad adempiere come ha già fatto. Eventuali fatti di rilevanza penale, qualora accertati, sarebbero da ricondursi a profili solo di natura personale”.

Commenta l'articoloSCRIVI

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it