Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Martedì 30 Maggio 2017

i più apprezzati

  • Lo spettro dell'unità

    Dal blog di Marco Fanucci

    STIRATI: "TURISMO IN RIPRESA, OTTIMI SEGNALI DAI MUSEI"

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    VIA DELLA PIAGGIOLA, PETIZIONE DEI RESIDENTI

    Dal blog di Live Gubbio
  • … LE REGOLE ALLE LOGGE

    Dal blog di Comitato Beni Culturali Gubbio

    ASSOCIAZIONE CARABINIERI, GIURELLI CONFERMATO

    Dal blog di Live Gubbio

    CARABINIERI, PRECETTO PASQUALE A MADONNA DEL PONTE

    Dal blog di Live Gubbio

    PD, SMACCHI E ALOIA CANDIDATI ALLE PRIMARIE

    Dal blog di Live Gubbio
  • Live Gubbio

    EMERGENZA FURTI: ANCHE I CINESI NEL MIRINO DEI LADRI

    Dal blog di Live Gubbio

    L’interminabile valzer della sinistra eugubina

    Dal blog di Live Gubbio
$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Francesco Gagliardi

Dal Blog di

Francesco Gagliardi

Postato il: 2017-03-05 alle 08:26:38

Tags:

È CALATO IL SIPARIO

Gubbio visuale dal teatro romano

Politica

Ho cercato di capire come funziona la gestione del Teatro comunale "Luca Ronconi" e vi dico cosa ho capito. Ho capito che il Comune di Gubbio ha assegnato ad un'impresa privata i servizi necessari al funzionamento della struttura pubblica, pagando 20.000 euro l'anno. Ho capito che le utenze, energia elettrica e riscaldamento su tutte, sono a carico del Comune di Gubbio. Ho capito che l'impresa privata concorda, di volta, in volta con gli organizzatori degli spettacoli il costo per l'utilizzo del Teatro, incassando i proventi. Ho capito che alle casse comunali non entra un solo euro. Quello che non ho capito è perché nel bando non si è fatto cenno al fatto che gli incassi degli spettacoli finiranno nelle mani dell'impresa privata. Così come non ho capito perché il costo per l'utilizzo di un bene pubblico debba essere stabilito, di volta, in volta dall'impresa privata. E, ancora, non ho capito perché la programmazione debba dipendere dall'impresa privata che si occupa di servizi, che spaziano dalla custodia alla pulizia: una direzione artistica quantomeno discutibile. Insomma, il Comune si è spogliato di un gioiello eugubino, del suo salotto culturale, dell'unico teatro esistente in città. Siccome non ho capito tante cose, chiederò all'autorità giudiziaria ordinaria e contabile di schiarirmi le idee. Anche sul Teatro comunale è calato il sipario.

Commenta l'articoloSCRIVI

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it