Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Martedì 12 Dicembre 2017

i più apprezzati

  • PENNE E PORCHETTA PER ACCOGLIERE IL NUOVO VESCOVO

    Dal blog di Live Gubbio

    PD, L'ANALISI DEL COORDINAMENTO PER IL CONGRESSO

    Dal blog di Live Gubbio
    Gubbio visuale dal teatro romano

    GUBBIO CHE SARÀ

    Dal blog di Francesco Gagliardi
  • Live Gubbio

    VIA DELLA REPUBBLICA, PROTESTA IN ARRIVO

    Dal blog di Live Gubbio

    MADONNA DEL PONTE, CHIESA IN MEZZO AL GUADO

    Dal blog di Live Gubbio
    Palazzo dei Consoli

    UNA PALATA

    Dal blog di Francesco Gagliardi
    referendum_acqua

    Gli anni passano....Umbra Acque resta...purtroppo per NOI!!!

    Dal blog di alessandro morini
  • Bandiera italiana

    Una storia che meriterebbe l'attenzione della stampa nazionale. O no?

    Dal blog di Fabio Graziani

    PD, "RESPONSABILI PER GUBBIO" ALL'ATTACCO

    Dal blog di Live Gubbio
$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2017-08-06 alle 10:13:41

Tags:

FABRIZIO NOFRI, CAPITANO PER DUE: "SARA' GRAN DERBY"

Sport

Capitano del Perugia e del Gubbio, un passato sull'uno e l'altro fronte. Il Messaggero dedica spazio questa mattina a Fabrizio Nofri Onofri, difensore di ferro, perugino doc, classe 1966, che oggi ti accoglie sempre con simpatia al Balestruccio, buona cucina con vista sul laghetto all'uscita di Ferro di Cavallo. Col Grifo dal 1984 all'89, in Serie B e C per 143 presenze e 2 gol, uno segnato proprio contro il Gubbio in C2 al Barbetti l'11 ottobre 1987 di testa sotto il diluvio e davanti a 6.000 spettatori (finì 1-1). Col Gubbio dal '92 al '94 in Serie D per 95 presenze. Che derby sarà? “C'è una differenza tecnica ma resta una partita speciale. Le motivazioni sono diverse e prevedo una gara aperta. Il Perugia sulla carta è più forte e il Gubbio è una squadra di temperamento”. Cosa lasciano le due piazze a chi le ha vissute come lei? “Perugia è la città, il capoluogo dell'Umbria. Il Curi è uno stadio da brividi con una grande curva. A Gubbio la partita si vive moltissimo e c'è un pubblico caloroso che non fa mancare mai il suo apporto”. Come ha portato il peso della fascia di capitano? “Essere capitano a Perugia che è la mia città vale tanto e non è mai stato un peso. Mi sono sempre calato in quel ruolo tranquillamente, ho fatto il capitano dovunque ho giocato. A Gubbio è stato ancora più difficile proprio perché perugino. Ricordo che all'inizio cantavano continuamente 'chi non canta perugino è'. Lo cantavano anche a me, io non ho mai saltato. La maglia del Gubbio mi ha trasmesso emozioni fortissime, l'ho sempre detto e lo penso ancora oggi. Sono orgoglioso di essere stato capitano del Gubbio, ho avvertito il calore della gente. Amo Gubbio, è nel mio cuore e serbo un grande ricordo. Non sarei partito se non fosse stato per le vicende societarie”. Giunti e Cornacchini come li vede? “Giunti è all'esordio in Serie B, deve dimostrare ciò che sa fare. Conosce bene l'ambiente ed è un vantaggio. Non mi sbilancio su dove potrà arrivare. Cornacchini ha esperienza, può fare bene”. Un uomo-derby per parte? “Scelgo i bomber, dico Cerri e Marchi”.

Commenta l'articoloSCRIVI

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it