Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Sabato 18 Novembre 2017

i più apprezzati

$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Francesco Gagliardi

Dal Blog di

Francesco Gagliardi

Postato il: 2017-09-13 alle 16:46:33

Tags:

LETTERA APERTA AL SINDACO

Palazzo dei Consoli

Politica

Egregio Signor Sindaco, caro Prof. Filippo Mario Stirati, durante il Consiglio Comunale di ieri, Lei mi ha pubblicamente indicato come l'artefice della mozione di sfiducia, sottoscritta dai consiglieri di minoranza, ad eccezione dei colleghi Rodolfo Rughi e Francesco Zaccagni. Nel ritenere questo atto gravissimo, ha tenuto a sottolineare che la partecipazione alla mozione dell'intero gruppo consiliare del Partito Democratico è un fatto politico che La inquieta, e non poco. Siccome il Suo intervento ha concluso i lavori sulla vicenda dei recenti appalti pubblici, che hanno impegnato nella discussione per oltre tre ore il Consiglio Comunale, intendo donarLe alcune riflessioni, con libertà di farne l'uso che meglio ritiene opportuno. La mozione di sfiducia è stata condivisa da tutti i colleghi firmatari e ieri i consiglieri Zaccagni e Rughi hanno chiaramente spiegato la loro "assenza". Il primo ha ritenuto che nessuna obiezione dovesse essere mossa all'azione politico-amministrativa nella vicenda dei bandi. Il secondo ha "arricchito" con numerosi altri argomenti la sfiducia politica nei Suoi confronti, ritenendo addirittura marginale la vicenda dei bandi. Una grande occasione di chiarezza all'interno delle minoranze. Ma quella di ieri è stata anche una grandissima operazione di chiarezza all'interno della maggioranza che La sostiene. Il consigliere Aldo Cacciamani ha espresso non pochi dubbi sulla solidità degli indirizzi politici che hanno "ispirato" i bandi, richiamando senza mezzi termini alla responsabilità politica gli attuali amministratori. Il consigliere Massimo Ceccarelli ha detto chiaramente che è pronto alle dimissioni qualora nei prossimi bandi pubblici non venissero indicati gli identici criteri utilizzati nei bandi sugli asili nido e sui trasporti. Dunque, la strada tracciata dalla Sua maggioranza è quella di svendere i servizi pubblici al maggior ribasso economico e, aggiungo io, al massacro per gli utenti e per i lavoratori. L'obiettivo delle minoranze, pienamente raggiunto, era duplice: richiamarLa alla Sua responsabilità sulle politiche dei servizi pubblici essenziali (e sull'andazzo generale della Sua esperienza amministrativa) ed invitarLa ad alzare il piede dall'acceleratore in questa pazza corsa verso il baratro in cui sta conducendo Gubbio (questione rifiuti, sprechi di danaro pubblico, ecomostro di San Pietro, Gubbio Cultura e Multiservizi e chi più ne ha più ne metta). Ieri tutti i gruppi di minoranza Le hanno voluto far capire che non hanno a cuore il Suo destino politico, ma sono seriamente preoccupati del destino della Città. Francesco Gagliardi consigliere comunale di Gubbio

Commenta l'articoloSCRIVI

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it