Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Venerdì 24 Novembre 2017

i più apprezzati

$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Live Gubbio

Dal Blog di

Live Gubbio

Postato il: 2017-11-08 alle 07:42:54

Tags:

PENNE E PORCHETTA PER ACCOGLIERE IL NUOVO VESCOVO

Attualita

Antipasti misti, penne al sugo, porchetta, dolci, vino a volontà: eccolo il menù per la festa d'insediamento del nuovo vescovo Luciano Paolucci Bedini che il 3 dicembre, dopo l'ordinazione episcopale e l'insediamento nella chiesa di San Domenico a San Martino come 60° successore di Sant'Ubaldo, si trasferirà al centro servizi Santo Spirito in piazzale Frondizi per un bagno di folla tra cibo e bevande. Si stanno mobilitando i comitati parrocchiali e i circoli che lunedì sera sono stati convocati dalla Curia nei locali al piano superiore del complesso di San Filippo in via Cairoli per organizzare al meglio l'appuntamento conviviale. A presiedere l'incontro decisamente affollato è stato Don Luca Lepri, presidente dei circoli Anspi della diocesi, con l'intervento di Don Giuliano Salciarini parroco a San Martino e da sempre sovrintendente economico della Curia. I vertici diocesani prevedono un convivio per 500 persone, ma comitati e circoli prepareranno per almeno 600. Sono attesi una ventina di vescovi, almeno 200 religiosi e 6 pullman già allestiti dalle zone marchigiane di provenienza e missione pastorale di Paolucci Bedini. E' stato decisa un'autotassazione di 100 euro per ciascun comitato e circolo, con l'intervento delle parrocchie e l'eventuale integrazione economica da parte della Curia. Tutto verrà preparato nei dettagli per la migliore accoglienza di quanti vorranno salutare il nuovo vescovo dopo il cerimoniale in chiesa. In questa fase la Curia e lo stesso Paolucci Bedini sono impegnati a definire il passaggio di consegne con l'ingresso solenne attraverso tutti gli adempimenti del caso, mentre l'attuale amministratore apostolico Mario Ceccobelli, che il 26 novembre si congederà dalla diocesi guidata per oltre 12 anni, sta partecipando a una serie di iniziative di vario genere per salutare la comunità.

Commenta l'articoloSCRIVI

  • Mario Salciarini 2017-11-08 alle 18:34:28

    Detta così sa proprio di sagra paesana, ma non è così, in questa presentazione viene dato risalto, in forma negativa, l'aspetto meno interessante, se pur importante perchè rappresenta il carattere ospitale della nostra eugubinità. L'aspetto più importante certamente avviene nella chiesa di San Domenico, scelta appunto per spirito d'ospitalità. Questo stile dissacrante, denigratorio,che oramai da tempo ha pervaso questa città, sovrasta tutto e tutti ed è arrivato ad un livello insopportabile, sfiancante, che rende la nostra comunità mercè di ogni forma di sciacallaggio, soggetto messo alla berlina per ogni facile e gratuito scherno.
    Ma è mai possibile che un evento come quello dell'ingresso in diocesi di un nuovo vescovo, giovane, intelligente, culturalmente preparato, almeno per i cattolici non possa significare semplicemente momento di gioa. Dico almeno per i cattolici perchè chi ha scritto quello scempio certamente è CATTOLICO.

  • girolamo beccafico 2017-11-08 alle 18:18:40

    Per portare la cerimonia al massimo grado di solennità religiosa, a mio avviso non ci starebbero male neanche quattro balli (valzer, polka, manfrina, bughi bughi)
    E se le cibarie non dovessero bastare, tranquilli: si ripeterà il miracolo della moltiplicazione, questa volta, delle penne e della porchetta!

  • massimo rama 2017-11-08 alle 14:38:19

    sa un pochino di sagra paesana...peccato

    • Mario Salciarini 2017-11-08 alle 18:33:38

      Detta così sa proprio di sagra paesana, ma non è così, in questa presentazione viene dato risalto, in forma negativa, l'aspetto meno interessante, se pur importante perchè rappresenta il carattere ospitale della nostra eugubinità. L'aspetto più importante certamente avviene nella chiesa di San Domenico, scelta appunto per spirito d'ospitalità. Questo stile dissacrante, denigratorio,che oramai da tempo ha pervaso questa città, sovrasta tutto e tutti ed è arrivato ad un livello insopportabile, sfiancante, che rende la nostra comunità mercè di ogni forma di sciacallaggio, soggetto messo alla berlina per ogni facile e gratuito scherno.
      Ma è mai possibile che un evento come quello dell'ingresso in diocesi di un nuovo vescovo, giovane, intelligente, culturalmente preparato, almeno per i cattolici non possa significare semplicemente momento di gioa. Dico almeno per i cattolici perchè chi ha scritto quello scempio certamente è CATTOLICO.

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it