Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Mercoledì 13 Dicembre 2017

i più apprezzati

  • PENNE E PORCHETTA PER ACCOGLIERE IL NUOVO VESCOVO

    Dal blog di Live Gubbio
    Gubbio visuale dal teatro romano

    GUBBIO CHE SARÀ

    Dal blog di Francesco Gagliardi
    Live Gubbio

    VIA DELLA REPUBBLICA, PROTESTA IN ARRIVO

    Dal blog di Live Gubbio
  • MADONNA DEL PONTE, CHIESA IN MEZZO AL GUADO

    Dal blog di Live Gubbio
    Palazzo dei Consoli

    UNA PALATA

    Dal blog di Francesco Gagliardi
    referendum_acqua

    Gli anni passano....Umbra Acque resta...purtroppo per NOI!!!

    Dal blog di alessandro morini
    Bandiera italiana

    Una storia che meriterebbe l'attenzione della stampa nazionale. O no?

    Dal blog di Fabio Graziani
  • PD, "RESPONSABILI PER GUBBIO" ALL'ATTACCO

    Dal blog di Live Gubbio

    PD, L'ANALISI DEL COORDINAMENTO PER IL CONGRESSO

    Dal blog di Live Gubbio
$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Comitato Beni Culturali Gubbio

Dal Blog di

Comitato Beni Culturali Gubbio

Postato il: 2017-11-28 alle 15:21:10

Tags:

TUNNEL: PESSIMA IDEA

Cultura

Gubbio. No al tunnel pedonale meccanizzato / Pessima idea è l’articolo di Ubaldo Emanuele Scavizzi, pubblicato su Micropolis, allegato a il Manifesto di oggi, 28 novembre 2017.

Un concept, una sorta di idea di prodotto artistico, corredata da indicazioni sulla sua struttura e sull’effetto che si desidera abbia su cittadini e fruitori in genere. Così è stato definito il 9 ottobre scorso in un’affollata serata pubblica il tunnel sotterraneo meccanizzato che si intenderebbe realizzare nel cuore del centro storico di Gubbio.

Un percorso “catacombale” in un centro di pendio di straordinaria suggestione che, come tutte le città di caratteristiche analoghe, va ammirato dal basso verso l’alto e non il contrario. Un percorso sotterraneo che, saltando a piè pari un pezzo di città, “interra” il visitatore nella Piazza di “Don Matteo” e lo proietta direttamente di fronte il Palazzo dei Consoli.

Si chiede Scavizzi se l’amministrazione Stirati, prima di varare questa idea “nemmeno troppo futuristica” abbia ben ponderato i suoi impatti diretti e indiretti, anche di tipo commerciale, sulla parte di centro storico interessata e anche altre che sarebbero ancor più desertificate per il convogliamento dei visitatori verso il tunnel meccanizzato, sicura attrattiva per quegli ospiti pigri e poco attenti che prediligono un mordi e fuggi di cui Gubbio non ha assolutamente bisogno.

Fatto sta che cittadini e commercianti hanno trasformato l’assemblea di presentazione del concept in una sorta di Caporetto per sindaco e progettisti, con una “gragnola” di interventi contrari e nemmeno uno a favore e l’uscita di manifesti fortemente critici.

Come ha tenuto a precisare l’ing. Paolo Belardi, che insieme con l’Accademia di Belle Arti di Perugia, dopo il progetto elaborato dagli uffici tecnici del Comune, ha “partorito” quello oggetto della presentazione, il concept è un’idea e quindi non contiene particolari progettuali di tipo ingegneristico e geotecnico.

Si domanda allora Scavizzi se è stato valutato il rischio di un ampio scavo sotto un centro medievale edificato su una falda detritica pedemontana, che da secoli deve confrontarsi con quel terremoto che solo la sapienza costruttiva degli antichi Eugubini ha finora reso innocuo.

L’ultima considerazione di Scavizzi è che mentre si pensa al tunnel le pavimentazioni del centro storico versano da anni in uno stato pietoso.

Commenta l'articoloSCRIVI

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it