Giornale Online
Pubblicità
Pubblicità

FLASH NEWS

Domenica 21 Gennaio 2018

i più apprezzati

  • Lupini

    IL CONSIGLIERE COMUNALE PAVILIO LUPINI INTERVIENE IN MERITO ALL'ASSOLUZIONE DELL'EX SINDACO ORFEO GORACCI E DELLA SUA GIUNTA DA PARTE DELLA CORTE DEI CONTI

    Dal blog di Gubbio Libera

    MADONNA DEL PONTE, CHIESA IN MEZZO AL GUADO

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    PROTESTA RIENTRATA DOPO INCONTRO CON IL COMUNE

    Dal blog di Live Gubbio
  • PIAN D'ASSINO SENZA PIETA': UN ALTRO MORTO

    Dal blog di Live Gubbio

    ANCORA UN INCIDENTE SULLA VARIANTE

    Dal blog di Ubaldo Emanuele Scavizzi
    Live Gubbio

    DANNO ERARIALE: ASSOLTI GORACCI & C. CHI PAGA?

    Dal blog di Live Gubbio
    Live Gubbio

    VIA DELLA REPUBBLICA, PROTESTA IN ARRIVO

    Dal blog di Live Gubbio
$('#s1').cycle({
			    fx:      'scrollHorz',
			    prev:   '#prev',
			    next:   '#next',
			    speed:  1000, 
				timeout: 5000
				});
			
Francesco Gagliardi

Dal Blog di

Francesco Gagliardi

Postato il: 2017-12-14 alle 08:22:50

Tags:

ASSO PIGLIATUTTO

la semplificazione della giunta regionale dell'assessore Vinti

Politica

Il bando relativo ai servizi sociali della Zona n. 7 è un vero e proprio asso pigliatutto. Un mega appalto di oltre 5 milioni di euro della durata di tre anni, che riguarda una macedonia di servizi: segretariati sociali, contributi e prestazioni agevolate, assistenze scolastiche e domiciliari, SAL, Laboratori per handicap, Informagiovani e ludoteche, aiuto compiti, ippoterapia, DSA, musicoterapia, banche del tempo e cittadinanza attiva, SIA, REI, l’Home Care Premium, solo per citarne i principali. Come è stato costruito questo “giocattolo”? Sarà indispensabile un soggetto capofila, che abbia maturato nell’ultimo triennio un fatturato pari al valore complessivo dell’appalto e che sia munito di fideiussioni bancarie per milioni di euro. A questa locomotiva potranno attaccarsi altri vagoni, ossia altre realtà del terzo settore che, pur presentando peculiari attitudini in determinati ambiti, non hanno le “spalle larghe” per ottenere direttamente i servizi e, dunque, dipenderanno in tutto e per tutto dalla balena capofila. Una piramide che accentrerà potere e comando in mani esperte e collaudate, con buona pace del pluralismo e dell’autonomia, garanzie di efficienza e buon funzionamento dei servizi. Il bando parla di co-progettazione, trascurando totalmente la concertazione: in questi mesi, si è lavorato a questo bando in maniera silente, senza coinvolgere i sindacati, il mondo della scuola, il terzo settore nel suo complesso, le associazioni di categoria, la Caritas, le associazioni degli utenti e delle famiglie, i servizi sanitari. Mentre altri territori umbri hanno ragionato per “lotti”, predisponendo bandi mirati per specifici servizi, Gubbio ha deciso di buttare tutto dentro un unico calderone. Che fine faranno le convenzioni già in essere con associazioni di volontariato locali? Come la prenderanno le associazioni di volontariato locali che in tutti questi anni hanno costruito, con impegno e con fatica, eccellenti professionalità? Un’ultima nota di colore: i soggetti interessati al bando devono presentare la propria articolata e complessa proposta entro il 19 gennaio 2018. Una follia. Chiederò, con urgenza, all’amministrazione comunale di rallentare e riflettere meglio sull’utilità di questo bando. Mi auguro che tutti i soggetti impegnati nel sociale facciano altrettanto.

Commenta l'articoloSCRIVI

Pubblicità .

Crea il tuo Account!

Accetto il regolamento del blog.

 

LiveGubbio ti dà visibilita sul web!

LiveGubbio ti dà la possibilità di sponsorizzare la tua attività, organizzazione, società o partito politico sul web dandoti visibilità 24 ore su 24 su un blog che conta più di 1000 pagine visualizzate al giorno.

Contattaci e troveremo la soluzione che più si adatta alle tue esigenze di marketing, scrivi all'indirizzo:

info@livegubbio.it